Gabriel Garko confessa: “Voglio un figlio”

28/09/2021

Dopo il coming out fatto durante la scorsa edizione del GF Vip, Gabriel Garko sta vivendo una storia d’amore molto importante, anche se in maniera privata. L’attore, 49 anni, parlando del suo futuro, ha rivelato di avere un grande desiderio, quello di diventare padre un giorno. 

59813-gabriel-garko-la-flebo-spaventa-i-fan-le-immagini-dallospedale

Gabriel Garko sta vivendo una nuova vita dopo il coming out fatto durante la scorsa edizione del Grande Fratello Vip. Dopo false relazioni con colleghe del mondo dello spettacolo e foto da copertina per motivi solo di apparenza, l’attore ha aperto il suo cuore e ha confessato la verità. Un momento di svolta dopo il quale tutto è cambiato:

“Mi ero abituato a indossare tante maschere, un po’ per scelta un po’ per costrizione, ma in nessuna ero davvero comodo. Oggi a 49 anni mi ritrovo ad affrontare una rinascita totale, a respirare a pieni polmoni”.


Leggi anche: GF Vip: Gabriel Garko confessa tutto “Era il segreto di Pulcinella”

Una rinascita legata anche al legame con un ragazzo che gli ha fatto ritrovare il sorriso e con cui sta progetto il suo futuro.

Gabriel Garko: voglia di paternità

Gabriel-Garko-1

Gabriel Garko, all’età di 49 anni, sta vivendo una delle storie d’amore più importanti per sua stessa ammissione. L’attore, parlando della persona che ha accanto, non ha avuto problemi a sbilanciarsi:

“Nella mia vita mi sono innamorato la prima volta da giovanissimo e la storia è durata 4 anni. La seconda con Riccardo, con cui sono stato 12 anni. La terza spero che sia quella che sto vivendo”.

La stabilità di questa nuova relazione d’amore e il fatto di essere arrivato ad un’età matura hanno fatto nascere in Gabriel Garko il desiderio di avere un figlio, anche dopo aver perso di recente suo padre, a cui era molto legato. L’attore ha confessato che la paternità è uno dei suoi sogni nel cassetto:

“Sono una persona estremamente realista ma sto tanto con la testa per aria. Vorrei un figlio. Ci sto pensando seriamente”.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica