Harry e Meghan, biografia bomba: i Windsor tremano

11/08/2020

Dall’11 agosto è disponibile in Inghilterra la nuova biografia-scandalo “Finding Freedom”, che offre un punto di vista molto vicino a quello dei duchi di Sussex in merito ai dissapori familiari e all’allontanamento da corte. Ecco alcuni retroscena inediti anticipati dai tabloid britannici.  

H M 2020-03-10-88704-1583810431.-large

Vi ricordate le critiche e gli attacchi provenienti da ogni parte contro Harry e Meghan, che hanno vissuto l’attesa del piccolo Archie in totale privacy? E anche il parto è avvenuto nel più stretto riserbo?

Irrispettosa ed egocentrica“, avevano tuonato i tabloid britannici con riferimento all’ex attrice americana. Forse, però, i fatti potrebbero essere andati diversamente o comunque potrebbero avere un’altra chiave di lettura meno nota.

È quello che trapela da “Finding Freedom”, la biografia-bomba sui duchi di Sussex che esce oggi nelle librerie inglesi (mentre, per quelle del nostro Paese, bisogna aspettare fino al 27 agosto, quando debutterà “Harry e Meghan. Libertà” per HarperCollins Italia).


Leggi anche: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba

“Finding Freedom”: Meghan e le esercitazioni anti-terrorismo

28983028-CB80-45F7-BB2D-727807CF4139

Tra le indiscrezioni riportate nel libro scritto a quattro mani dagli esperti reali Omid Scobie e Carolyn Durand, ben prima di quanto fosse successo a Kate Middleton, moglie di William, Meghan ha dovuto sostenere un corso intensivo di due giorni sulla sicurezza, come prevede il protocollo per tutti i membri della famiglia reale.

I tempi, nel caso della Markle, sarebbero stati accelerati perché lei e Harry avevano ricevuto un “numero insolitamente alto di terrificanti minacce”, avrebbe rivelato un collaboratore dell’epoca. Un esempio delle prove anti-criminalità? Meghan sarebbe stata rinchiusa, con braccia e gambe legate, nel retro di un’auto di un finto terrorista e soccorsa da agenti che, nell’ambito dell’esercitazione, avrebbero usato pistole false. Ma non per questo l’esperienza sarebbe stata meno traumatizzante. Non solo. Le sarebbe stato insegnato come interagire con eventuali rapitori e persino a guidare un’auto nel corso di un ipotetico inseguimento.

Meghan Markle: forte paura per Archie

meghan-markle-baby-archie-save-stories

“Estremamente intenso e spaventoso”: così la duchessa avrebbe definito il particolare training che ha dovuto affrontare. Anche per questo, in occasione del battesimo del piccolo Archie, Meghan si sarebbe mostrata ferocemente protettiva, scrive il giornale “The Sun”, che riprende la biografia, assicurandosi che fosse un “affare completamente privato”, presso la Cappella della Regina nel Castello di Windsor.

Pazienza se sudditi, osservatori reali e, ovviamente, molti membri Windsor si sono indignati e risentiti per la scelta. “Le stesse persone che hanno abusato di me vogliono vedermi servire mio figlio su un piatto d’argento”, si sarebbe sfogata la duchessa con un’amica.


Potrebbe interessarti: Harry e Meghan, nuove rivelazioni dalla biografia-scandalo

Insomma, non è tutto oro ciò che luccica…

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica