Harry salvato dal Mail on Sunday: non ha snobbato i Royal Marines

31/12/2020

La lotta tra i tabloid inglesi e la coppia di sposi Harry e Meghan inizia a diventare un armistizio. Il tabloid britannico Mail on Sunday ritratta pubblicamente una delle accuse più forti nei confronti di Harry.

Prince Harry visit to Cardiff Castle

Meghan Markle e il principe Harry finalmente possono tirare un lungo respiro di sollievo. Arriva del tutto inaspettata una lettera di scuse da parte del tabloid inglese Mail on Sunday che si era scagliato ferocemente contro Harry per il suo abbandono delle forze armate inglesi.

Per tutto il 2020 i giornalisti inglesi hanno affilato le loro unghie acuminate sulle scelte di vita del duca di Sussex, contestando aspramente il modo in cui Harry ha lasciato i Royal Marines, la forza armata della quale faceva parte.

Harry non ha mai snobbato i suoi superiori

H M 2020-03-10-88704-1583810431.-large

Il Mail on Sunday è stato uno dei principali oppositori della coppia dei duchi di Sussex, criticando veracemente tutte le scelte di vita adottate dai due. Il popolo inglese, molto affezionato alla corona, non ha visto di buon occhio la scelta di staccarsi dalla corona, additando Meghan come motivo di discordia tra Harry e la Corona.


Leggi anche: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba

La scelta di abbandonare i Royal Marines non è stata facile per Harry, e le accuse non hanno faticato a trovare strada sui tabloid inglesi, primo su tutti il Mail on Sunday che però batte in ritirata e afferma che in realtà Harry non ha mai snobbato il suo ex superiore Lord Dannatt. La lettera incriminata non è stata consegnata nei tempi previsti per meri problemi burocratici.

Harry ha risposto al suo ex superiore, restando anche in ottimi rapporti con i Royal Marines. Un gesto isolato o l’inizio di un tipo di comportamento più oculato da parte dei tabloid nei confronti di Harry e Meghan? Nel frattempo ci auguriamo che i due stappino uno spumante in più per festeggiare la prima vittoria pubblica contro il giornalismo inglese!

Vito Girelli
Suggerisci una modifica