I Ferragnez vincono l’Ambrogino d’oro: ecco perché

- 17/11/2020

Il 7 dicembre anche Chiara Ferragni e Fedez saranno premiati a Milano con l’Ambrogino d’oro, per il loro impegno civile e solidale essenziale nel corso della prima ondata dell’emergenza sanitaria.

Fedez-e-Chiara-Ferragni


Non solo Instagram e vestiti costosi! I Ferragnez, ancora una volta, si confermano impegnati nella solidarietà e dimostrano di essere stati un essenziale aiuto al paese durante i mesi della prima ondata della pandemia.

Il consigliere di Forza Italia Alessandro De Chirico, infatti, li ha proposti come vincitori dell’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza concessa dal Comune di Milano a chi ha dato lustro alla città.

La coppia più social d’Italia, così, il giorno di Sant’Ambrogio verrà premiata per l’impegno solidale di questi mesi di pandemia, tradotto nella raccolta fondi per la terapia intensiva al San Raffaele.


Leggi anche: Ferragnez, Zangrillo e Galli candidati all’Ambrogino d’Oro

Fedez e Chiara: vincono l’Ambrogino d’oro

Fedez-e-Chiara-Ferragni-allargano-la-famiglia

Il Comune di Milano ha diffuso di recente i nomi dei premiati per l’Ambrogino d’Oro 2020. Si tratta di un premio speciale per i cittadini benemeriti: ci saranno quattro medaglie d’oro alla memoria, quindici medaglie d’oro e venti attestati di civica benemerenza.

La premiazione avverrà, come da tradizione, il 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio, quest’anno in versione ridotta a causa, appunto, del Covid.

Felice e orgoglioso della mia famiglia. La squadra più bella di cui abbia mai fatto parte.” ha scritto Fedez sui suoi social, riportando la notizia.

La coppia dei Ferragnez, infatti, nonostante le critiche e gli esposti del Codacons ha svolto un ottimo lavoro con la raccolta fondi per la terapia intensiva del San Raffaele prima e con la promozione delle bellezze artistiche italiane e la sensibilizzazione sulle mascherine poi.

“È la prova che facendo del bene spesso si ottiene dell’altro bene”, ha commentato Chiara, tramite le sue stories.

La Grande Medaglia d’Oro, invece, andrà agli operatori sanitari caduti sul lavoro proprio a causa del Covid-19. Il giusto riconoscimento, insomma, verso gli “eroi” della pandemia.

Commenti: Vedi tutto