Il Principe Carlo diventa re? Monarchia stravolta

18/05/2021

Secondo il “Sunday Times” Carlo d’Inghilterra avrebbe iniziato le consultazioni per avviare alcune innovazioni nella monarchia inglese, che presto si troverà a guidare. Il principe di Galles vorrebbe aprire ai turisti le residenze reali e punterebbe a “snellire” la Royal Family concentrandosi sulle prime linee dei Windsor. 

principecarlo1200

Il principe Carlo d’Inghilterra potrebbe salire presto sul trono in sostituzione della madre, la regina Elisabetta.

Sua Maestà è prossima a tagliare il traguardo dei 70 anni di regno, nel 2022.

A 95 anni è ormai affaticata, soprattutto dopo la perdita dell’amato consorte Filippo.

La svolta modernizzatrice di Carlo d’Inghilterra

aa-50


Leggi anche: Royal Family in lutto: le ultime parole di Filippo

Il primogenito di Elisabetta avrebbe già iniziato le consultazioni in famiglia con una richiesta specifica: aprire tutto l’anno tutte le regge, quando diventerà sovrano.

La svolta modernizzatrice di Carlo prevedrebbe che si possa entrare come turisti a Buckingham Palace, dal 1837 reggia ufficiale, quartier generale e cuore della monarchia britannica, ma anche in tutte le altre residenze reali: Balmoral, Sandringham, la stessa Clarence House, dove oggi vivono Carlo e Camilla.

Secondo il “Sunday Times” nelle consultazioni familiari per definire il progetto Carlo avrebbe coinvolto la stessa seconda moglie, duchessa di Cornovaglia, il figlio William duca di Cambridge con la moglie Kate, e altri esponenti dei Windsor tra quelli in prima linea.

Una fonte reale ha affermato che il principe vuole dare la possibilità alla gente di entrare in contatto con l’istituzione. Nello stesso tempo, sarebbe un modo per rimpinguare le casse reali, “impoverite” dal drastico calo delle visite a causa della pandemia.

Carlo vuole “snellire” la Royal Family

Princess Eugenie Of York Marries Mr. Jack Brooksbank
Un altro punto del programma di Carlo, che potrebbe salire al trono come Filippo I in onore al padre o Giorgio VII in ricordo del glorioso nonno, sarebbe quello di alleggerire la Royal Family sul fronte della rappresentanza. 

Ciò vorrebbe dire concentrare gli impegni della Corona nelle mani di chi, soprattutto in pandemia, si è già speso “in smart working” per la monarchia: oltre a Carlo e Camilla, William e Kate, la principessa Anna e i Wessex, Edoardo e Sofia.


Potrebbe interessarti: Reali: il Principe Carlo dice addio all’agricoltura, pronto per il trono?

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica