Il principe Harry contro il razzismo: “Grazie Meghan”

28/10/2020

In una chiacchierata online con “British GQ”, il principe Harry ha analizzato i “pregiudizi inconsci” e il fenomeno della discriminazione. Per comprenderli è stato fondamentale l’incontro con Meghan. “Li ho capiti davvero calandomi nei panni di mia moglie”. 

prince-harry-gettyimages-1203946308

Il duca di Sussex ha partecipato a uno speech organizzato online dalla rivista “British GQ”.

Harry sul razzismo: “L’ignoranza non può più essere una scusa”

34843764-8879367-Prince-Harry-reveals-the-upbringing-and-education-that-he-had-me-a-1-1603699969127

Harry ha fatto una lunga chiacchierata online insieme a Patrick Hutchinson, il manifestante antirazzista che lo scorso giugno, durante gli scontri a Londra, ha salvato un estremista di destra dal linciaggio della folla.

Ha detto il principe:

“Sono sincero, non sapevo cosa fossero i pregiudizi inconsci fino a quando non ho incontrato mia moglie”.

Ha aggiunto:

“Nonostante la mia educazione sul tema, non avevo idea che esistessero. Mi ci sono voluti anni e anni per rendermene conto, fondamentale è stato calarmi per un giorno o una settimana nei panni di mia moglie. E quando ti senti un po’ a disagio perché capisci davvero il problema, allora a quel punto spetta a te formarti, perché l’ignoranza non può più essere una scusa”.

-methode-times-prod-web-bin-0db819f0-1777-11eb-8493-5b46eb56a071


Leggi anche: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba

Già in precedenza Harry aveva dichiarato che incontrare Meghan era stato fondamentale per comprendere davvero il razzismo:

“Pensavo di essere a conoscenza del problema, poi ho capito che non era così. E non si tratta di puntare il dito e dare colpe, oggi dobbiamo combattere insieme il razzismo strutturale. Abbiamo un’occasione unica”.

Il fratello dell’erede al trono inglese William si è poi concentrato sulla pandemia e sugli effetti del lockdown sulle persone:

“Tutti, in qualche forma, negli ultimi mesi abbiamo sofferto l’isolamento. Ma per chi si trova veramente da solo, questa situazione rischia di essere ben più drammatica. È fondamentale inserire distrazioni nella propria vita, anche semplicemente una passeggiata che ti tiene in forma, corpo e mente”.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica