Vasco Rossi si confessa su Vanity: “Io, un sopravvissuto”

18/11/2020

Sul numero di “Vanity Fair” diretto da Cesare Cremonini, Vasco Rossi, invitato dal cantautore bolognese, ha scritto una lettera sul tema della sopravvivenza. “Se non sono un sopravvissuto io… sono un Super Vissuto”, ha aggiunto il Comandante. 

IMG-20201118-144230

Sopravvissuto”. Ma soprattutto “Super Vissuto”.

Così si definisce Vasco Rossi, che, per il nuovo numero di Vanity Fair, diretto eccezionalmente da Cesare Cremonini, ha scritto una lettera sulla sopravvivenza, come gli è stato richiesto dal cantautore bolognese.

Vasco Rossi: l’invito di Cesare Cremonini su Vanity

IMG-20201118-144219

Cesare – come ha spiegato nella presentazione del progetto a Vasco – ha voluto intitolare il numero di Vanity da lui diretto “SurVIVE, SopravVIVERE”.

“Per questo vorrei chiederti di scrivere una piccola lettera sulla sopravvivenza. Credo che lo sguardo della tua poesia, sorella della follia che appartiene a tutti gli artisti, sia un faro necessario”.


Leggi anche: Cesare Cremonini racconta la sua schizofrenia

Il rocker modenese ha accolto l’invito e ha iniziato così, partendo dalle sue origini:

“Sono sopravvissuto alla «noia». Vivendo a Zocca sapevo che da lì bisognava partire perché se sei in pensione ci stai benissimo, ma a 20 anni non c’è niente da fare. Il mio treno si è chiamato Punto Radio, una delle prime radio «pirata» o «libere», che negli anni ’70 fondai con il mio gruppo di amici storici e che ebbe un successo enorme”.

Vasco ha raccontato a che cosa è sopravvissuto in ogni epoca, superando anche dipendenze e depressioni. Arrivando a tempi più recenti, ha poi aggiunto:

“Ah, sono anche sopravvissuto a tre malattie mortali, nel 2011, quando sono andato in coma per tre o quattro volte. Preso per un pelo, eh, sono sopravvissuto anche a questo. Sempre alla ricerca di un senso, sempre un po’ scomodo e pieno di domande alle quali devo ancora trovare risposte, tra «vivere o niente» le mie scelte le ho fatte”.

Sulla pandemia, ha scritto Vasco:

“Sono riuscito ad arrivare fino a qui, fino al 2020, quando è scoppiata questa catastrofe mondiale che si chiama Covid. Questo Covid del ca**o. Ecco, io penso che sopravvivrò anche a questo… O forse, però, sai cosa c’è? C’è che morirò di noia per il lockdown…”.


Potrebbe interessarti: Cesare Cremonini diventerà padre?

E poi l’annuncio:

“Ho una nuova canzone (e un nuovo disco) che esce il 1° gennaio 2021 e… Sarà una canzone d’amore”.

Super Vissuto” sarà anche il titolo del nuovo album, come molti sarebbero già pronti a scommettere?

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica