Mahmood si espone sul palco: un gesto che farà discutere

Giulia Marinangeli
  • Diplomata in scuola di traduzione
04/03/2022

È successo nel corso della sua esibizione durante l’Expo di Dubai: Mahmood, ha esposto la bandiera dell’Ucraina sull’asta del microfono in segno di solidarietà per il dramma che questo Paese occupato dalla Russia sta vivendo. Le parole del cantante sono state di totale vicinanza con il popolo oppresso e in sostegno della pace.

21:30 – Mahmood si espone sul palco: un gesto che farà discutere

In questi giorni estremamente complessi e drammatici per i risvolti che sta prendendo il conflitto russo ucraino, sono moltissimi gli artisti e i personaggi dello spettacolo che si espongono in favore della pace e della fine dell’attacco da parte della Russia.

Tra questi c’è stato anche Mahmood, che ospite dell’Expo di Dubai, ha deciso di compiere un gesto estremamente simbolico per dimostrare vicinanza al popolo ucraino, devastato dalla guerra proprio in questi giorni.

La bandiera ucraina per sostenere la pace

21:30 – Mahmood si espone sul palco: un gesto che farà discutere

Mahmood ha rappresentato l’Italia all’Expo di Dubai esibendosi ieri in un concerto nel quale ha cantato i suoi brani più amati dal pubblico.

Prima di chiudere con il successo del momento, Brividi, il cantante ha compiuto un indimenticabile gesto di vicinanza al popolo ucraino, devastato dagli attacchi della Russia proprio in questi giorni.

Il cantante ha infatti esposto sull’asta del microfono la bandiera dell’Ucraina, e dopo essersi esibito ha voluto aggiungere un pensiero di vicinanza e di pace per la popolazione di questo Paese che proprio ora sta subendo le drammatiche conseguenze di un conflitto:

Sempre dalla parte degli oppressi e mai degli oppressori, ragazzi. No War. Support Ukraine.

La visita al padiglione ucraino

21:30 – Mahmood si espone sul palco: un gesto che farà discutere

Prima del suo concerto, Mahmood ha anche voluto fare visita al padiglione dell’Ucraina all’interno di Expo Dubai, ed è rimasto particolarmente toccato dalle parole di sostegno scritte nei biglietti lasciati dai visitatori.

In conferenza stampa, il cantante ha poi commentato:

Sono convinto che sia importante essere qui oggi, soprattutto per il momento storico in cui ci troviamo, visto cosa sta succedendo in Ucraina. È importante lasciare messaggigiusti e forti in un periodo come questo.

Con la mia musica ho sempre parlato di inclusione a 360 gradi. Vedere i video che girano sui social in questo periodo fa male. Fa male vedere che nel 2022 la situazione non sia cambiata così tanto rispetto a guerre passate. Devo dire che bisogna cercare di aiutare e far sentire le persone aiutate, questo è importante.

Nel padiglione dell’Ucraina, anche Mahmood ha voluto lasciare un messaggio scritto:

Sempre dalla parte degli oppressi. Support Ukraine.