Maneskin in smoking: frecciatina a Pillon?

22/11/2021

Questa notte si sono svolti a Los Angeles gli American Music Awards. Sul palco del Microsoft Theater si sono esibiti anche i Maneskin, che alla cerimonia erano tra i candidati ad una categoria. Dopo le critiche all’outfit ricevute dall’iperconservatore Simone Pillon agli Ema, la band romana si è esibita in smoking: un riferimento alle parole del senatore leghista?

19:00 – Maneskin agli Amas in smoking: frecciatina a Pillon?

Un altro prestigiosissimo palco ha accolto i Maneskin la scorsa notte: agli American Music Awards la band romana si è esibita con la loro versione di Beggin’, brano con cui hanno scalato le classifiche statunitensi e di buona parte del pianeta.

Per l’occasione, i Maneskin si sono presentati al Microsoft Theater di Los Angeles in completo smoking con tanto di papillon, e data la recente critica del conservatore Simone Pillon ai loro outfit degli Ema, in cui Damiano era in reggicalze e coulottes, sono in molti a pensare che questa svolta verso l’abito da sera sia stata una frecciatina al senatore leghista.


Leggi anche: Fedez attacca Pillon

Cardi B: omaggio all’Italia nell’annuncio dei Maneskin

maneskin2

Un’esibizione che ha mandato in visibilio milioni e milioni di spettatori in tutto il mondo: i Maneskin questa notte sono saliti sul palco degli American Music Awards al Microsoft Theater di Los Angeles e hanno suonato la loro versione di Beggin’, brano con il quale hanno letteralmente conquistato gli Stati Uniti e la fama internazionale.

Beggin’ è stata anche la canzone con la quale la band romana ha ricevuto la candidatura agli Amas nella categoria Favorite Trending Song. Il titolo è poi andato a Megan Thee Stallion per la sua Body.

Critiche per i cliché con cui Cardi B, conduttrice della cerimonia, ha annunciato l’esibizione dei Maneskin: sul palco, la rapper ha ricreato l’atmosfera di un ristorante italiano, con tovaglia a quadri, un piatto di spaghetti e un violinista per la serenata. Una serie di stereotipi legata all’Italia che secondo molte persone ha rischiato di sminuire la levatura artistica e professionale della band.

Lo smoking come risposta a Pillon?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Per la loro esibizione di questa notte, i Maneskin si sono presentati in smoking realizzati da Gucci, una scelta stilistica inaspettata rispetto ai look più trasgressivi di impronta glam che contraddistinguono la band.


Potrebbe interessarti: Damiano dei Maneskin mette nei guai Fedez

In molti ci hanno visto una risposta ironica alle accuse ricevute negli scorsi giorni da Simone Pillon, senatore leghista che ha avuto da ridire sul look in autoreggenti e coulottes di Damiano in occasione degli European Music Awards.

Pillon aveva scritto sul suo profilo Facebook:

“I Maneskin a Budapest, davanti a un impettito presentatore in kilt (deve aver confuso gli Scoti con gli Ungari), con tanto di performer (maschietto) in culottes e giarrettiere, ricevono gli Mtv Ema. Tra poco arriveremo al reggiseno da uomo.
Ovviamente, una volta preso il microfono, non possono esimersi dal piagnisteo per la sonora bocciatura del Ddl Zan.
Guardandoli, mi chiedo: “dove sarebbero le discriminazioni?”
Mi piacerebbe sapere quanta carriera potrebbe fare una band che si ispirasse alle radici cristiane d’Europa, o che inneggiasse alla difesa della vita dal concepimento o che prendesse a tema la lotta alla droga. Ricordo il massacro cui fu sottoposto Povia solo per aver osato partecipare al Family day del 2007 difendendo la famiglia naturale…
È facile andare secondo la corrente del politicamente corr(o)tto. Da giovani che si dicono alternativi e ribelli mi sarei aspettato qualcosa di diverso, che so, sul palco in smoking i maschietti e in abito da sera la signorina, con tanto di dichiarazioni tipo “i bambini hanno il diritto di avere una mamma e un papà”.
Allora sì che avremmo visto qualcosa di davvero dirompente. Certo, si sarebbero scordati i premi e gli applausi del mainstream, ma avrebbero dimostrato di essere davvero fuori dagli schemi.
Invece è sempre la solita solfa. Auguri.”

La risposta di Damiano era arrivata attraverso un suo post Instagram nel quale, come si è visto, il cantante preannunciava quale sarebbe stato l’outfit scelto per gli Amas:

“Notte degli EMA. Grazie ragazzi, abbiamo fatto la storia.
PS: Hai ragione Simo, la prossima volta completo e paPillon.”

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica