Maneskin premiati: la band riceve la Lupa Capitolina

I Maneskin sono tornati nella città in cui prima della loro ascesa creavano musica. A Roma, la band ha avuto l’onore di ricevere il massimo riconoscimento romano per personaggi illustri.

maneskin-lupa-fg

Tanto giovani quanto inarrestabili i Maneskin, che non solo hanno conosciuto uno strabiliante successo, con diverse vittorie e record uno dopo l’altro, ma che ora hanno avuto un’altra grande soddisfazione.

Poco più che ventenni, i quattro ragazzi romani sono tornati nella città di origine, nei luoghi in cui da adolescenti suonavano per strada, per il gusto di fare musica. Erano soliti esibirsi in via del Corso; ora non lontano da lì, i Maneskin hanno ricevuto un importante invito al Circo Massimo. È proprio in questo bellissimo luogo che avverrà il concerto di sabato 9 luglio 2022.


Leggi anche: Damiano dei Maneskin mette nei guai Fedez

L’annuncio del suggestivo live è arrivato in occasione del premio “Lupa Capitolina”. L’onorificenza viene conferita a personaggi che abbiano lasciato un’importante impronta nella cultura e nella società. Un esempio di chi prima dei Maneskin ha ricevuto il prestigioso riconoscimento lascia captare l’importanza del premio.

Da Paolo Sorrentino a Gigi Proietti, Nino Manfredi, Laura Biagiotti, poi Renato Zero, Ezio Bosso, Giorgio Armani. Alla lista si aggiungono quindi i Maneskin, per quello che hanno significato – e stanno significando – socialmente e culturalmente in Italia.

Una giornata da ricordare: i Maneskin premiati a Roma

maneskin

Il conferimento, ai Maneskin, della Lupa Capitolina, è avvenuto questa  mattina con la sindaca Virginia Raggi che ha personalmente premiato i quattro giovani. Non solo l’importante onorificenza, ma la Raggi ha consegnato ai componenti della band la medaglia di Roma Capitale, quest’anno dedicata ai 150 anni di Roma Capitale.

Virginia Raggi ha poi deciso di spendere delle piacevoli e sincere parole di stima per congratularsi con i Maneskin:

Una giornata di festa che ci riempie di entusiasmo. State strabiliando il mondo con la vostra musica, Roma è orgogliosa di voi. State dando un esempio a tutti […]. È una novità che è arrivata quando più ne abbiamo bisogno: a Sanremo la platea era vuota ma l’avete riempita con il vostro rock potente. Grazie a voi, Eurovision torna in Italia. Lasciatemelo dire: dal calcio alla musica l’Europa parla italiano, anzi un po’ romano. Grazie davvero di non essere ne’ zitti ne’ buoni, complimenti ragazzi, andate avanti così.


Potrebbe interessarti: Maneskin: screditati negli Stati Uniti

Un’altra magnifica soddisfazione per i quattro giovani ragazzi, che hanno passato a Roma una giornata sicuramente indimenticabile.