Meghan Markle distrutta: il suo libro è un flop

05/11/2021

Dall’11 novembre sarà disponibile anche in Italia “La panchina”, il primo libro per ragazzi di Meghan Markle. Nel Regno Unito le vendite sono state basse. Il “New York Times” parla, invece, di un bestseller nella categoria di riferimento. Sta di fatto che, come sempre, Meghan ha diviso l’opinione pubblica. Ecco le ragioni di chi la critica e di chi la difende in merito a questa sua nuova iniziativa. 

1280-meghan-the bench

L’11 novembre uscirà anche in Italia, per la casa editrice Ape Junior, marchio di Adriano Salani Editore (GeMS – Gruppo editoriale Mauri Spagnol), “La panchina”, il primo libro per ragazzi di Meghan Markle, duchessa di Sussex.

Al centro del volumetto c’è lo speciale legame padre-figlio visto dagli occhi di una mamma. Ne “La panchina” Meghan ha voluto coglie l’evoluzione e la profondità del rapporto tra i padri e i figli e ci ricorda le numerose forme che può assumere l’amore.

Il libro è illustrato dall’artista bestseller Christian Robinson, vincitore del Caldecott, uno dei riconoscimenti più importanti a livello internazionale per l’illustrazione dell’infanzia.


Leggi anche: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba

Meghan Markle diventa scrittrice tra critiche ed elogi

meghan-markle-vax-live-t

Se nel Regno Unito, dove la Markle gode di sempre meno simpatia, “La panchina” è stata un flop in termini di vendite, in America è diventata un bestseller del “New York Times” nella categoria dei libri illustrati per bambini.

In attesa dell’uscita italiana della prima opera letteraria della Markle, si sono già sollevate numerose polemiche a suo carico.

quale-sara-il-nome-della-figlia-di-Harry-e-Meghan

Parecchi i punti a lei contestati. La duchessa è stata criticata in quanto – secondo i detrattori – il libro non sarebbe rivolto effettivamente al mondo dell’infanzia, che di solito offre letture più giocosi e divertenti.

Inoltre alcuni hanno visto nella storia raccontata da Meghan un’accusa al principe Carlo, padre di Harry, e al suo stesso papà, Thomas Markle. Com’è noto entrambi i Sussex non hanno da tempo buoni rapporti con i genitori in questione.

Viceversa chi la difende sottolinea soprattutto il messaggio di dolcezza, tenerezza e inclusione che emerge dalle pagine del volumetto, in cui sono presenti figure paterne differenti in un gruppo eterogeneo di padri e figli, per evocare situazioni di pace, riflessione, verità, fede, scoperta e insegnamento.


Potrebbe interessarti: Harry e Meghan cambiano stile: prima uscita post lockdown

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica