Noemi Bocchi, porta il marito in tribunale: accusato di violenze e maltrattamenti

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design
11/11/2022

Mentre si gode la sua storia con Francesco Totti senza ormai nascondersi più, Noemi Bocchi ha deciso di farsi giustizia e, infatti, ha denunciato l’ormai ex marito Mario Caucci, che sarebbe stato violento e che l’avrebbe persino aggredita!

Noemi Bocchi, porta il marito in tribunale: accusato di violenze e maltrattamenti

Dopo tanti rumors, indiscrezioni e mistero, Francesco Totti e Noemi Bocchi hanno deciso di uscire allo scoperto. I due, che addirittura starebbero cercando una casa in cui vivere insieme, di recente hanno avuto la prima uscita in famiglia, in occasione del compleanno di Cristian, primogenito del Capitano.

Il calciatore sta portando avanti una vera battaglia in tribunale conto l’ormai ex moglie Ilary Blasi ma mentre per i due le questioni da trattare sono soprattutto relative a soldi, società e beni immobili, la nuova fiamma di Er Pupone ha trascinato di fronte al giudice il suo ex, accusato di violenze e maltrattamenti.

Noemi Bocchi denuncia il marito

Noemi Bocchi, porta il marito in tribunale: accusato di violenze e maltrattamenti

Nella guerra che Francesco Totti e Ilary Blasi hanno combinato a farsi da qualche tempo a questa parte, si è parlato soprattutto di Rolex e borse di lusso; la questione, però, è molto differente per quanto riguarda i rapporti fra Noemi Bocchi e il suo ex marito!

Mauro Caucci, infatti, è stato accusato dalla donna di maltrattamenti in famiglia.

Caucci ha preteso da subito che interrompessi gli studi e mi ha impedito di intraprendere qualsiasi attività lavorativa. Disse che mi sarei dovuta occupare della famiglia e che in ogni caso il mio reddito sarebbe stato irrilevante rispetto al budget del menage familiare.

si legge sulla denuncia depositata nel settembre del 2019.

Come è immaginabile io avrei preferito mantenere un rapporto quanto più civile con mio marito, ma dopo mesi infruttuosi poiché non mi dava alcun contributo, mio marito ha cominciato a farmi mille pressioni per accettare le sue condizioni, promettendomi che non mi avrebbe fatto mancare nulla, come nulla sarebbe mancato ai nostri figli.

ha continuato la donna. L’accordo prevedeva un assegno di 1.250 euro al mese per ciascun figlio ma, a quanto pare, il 35enne non avrebbe sempre rispettato la cosa. Come se non bastasse, inoltre, Caucci la notte del 1° maggio, dopo aver citofonato con insistenza entra in casa della fioraia, cominciando a strattonarla fino a metterle le mani addosso.

La donna si rifugia in bagno mentre l’ex marito si rifiuta di andarsene e minaccia di buttar giù la porta; poi la aggredisce e all’alba se neva. Ci sarebbe anche un referto medico che attesta le ferite che l’uomo avrebbe causato alla sua ex.

L’uomo, inoltre, è accusato anche di “aver violato gli obblighi di assistenza morale e materiale legati alla potestà genitoriale, serbando una condotta contraria alla morale delle famiglie, in particolare disinteressandosi, dopo essersi allontanato dal domicilio familiare, dei figli minori”.