Paola Ferrari: la verità sul suo addio alla Rai

In questi giorni la giornalista sportiva Paola Ferrari ha stupito tutti i suoi fan dichiarando di aver definitivamente deciso di abbandonare la Rai. Ora svela i retroscena che l’hanno portata a tale decisione.

PAOLA FERRARI GIORNALISTA RAI

Qualche giorno fa è arrivato l’annuncio ufficiale: la giornalista sportiva Paola Ferrari ha scelto di lasciare per sempre la Rai, dopo ben 32 anni di carriera nella rete. Ma solo ora, in un’intervista per La Repubblica, ha raccontato le ragioni che l’hanno portata alla decisione.

Paola Ferrari, che ha da poco varcato la soglia dei sessant’anni portati con grazia ed eleganza, ha dichiarato che rimarrà ancora per seguire i Mondiali di calcio che si terranno in Qatar, previsti per l’inverno 2022. Dopodiché lascerà spazio ai più giovani. Proprio in questa dichiarazione si trova una delle motivazioni dell’addio:


Leggi anche: Diletta Leotta e l’appuntamento a tre

Dicono che sono vecchia, anche se io mi sento una ragazza.

Paola Ferrari: quali sono i progetti per il dopo Rai?

Paola-Ferrari

La giornalista Paola Ferrari si sente ancora piena di energia e infatti dopo l’addio alla tv nazionale all’orizzonte vi sono già nuovi progetti. Anzitutto, ha dichiarato, la carriera brillante le ha sottratto molto tempo alla vita privata e alla famiglia, tempo che ora sente il bisogno di recuperare, attraverso viaggi e relax con la famiglia.

Un altro importante obiettivo è quello di far crescere il gruppo Lucisano di cui è socia e responsabile dei documentari:

Stiamo preparando bellissimi progetti. Intanto è partito Romanzo radicale, sulla storia di Pannella. Il mondo dello sport mi ha dato tantissimo ma voglio cambiare e ricominciare, non stare ferma. E magari fare qualcosa in tv.

Infine Paola Ferrari ha parlato della propria esperienza di donna nel mondo calcistico, esperienza che è stata fra le prime a vivere sulla propria pelle:

Le cose sono cambiate ma ancora oggi tanti uomini pensano che la donna debba parlare dopo. Poi siamo sempre giudicate: hai le luci sparate, non hai le luci. Io sono felice di come sono, ma viene tutto sottolineato.