Paolo Bonolis: Sonia Bruganelli non torna indietro, Elisabetta Franchi può farlo

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • 12/06/2022

    Sonia Bruganelli di certo non ha il timore di dire apertamente quello che pensa. In una recente intervista la moglie di Paolo Bonolis è tornata su alcune parole già espresse in precedenza. Secondo lei Elisabetta Franchi ha ragione.

    Bonolis: la moglie lo ribadisce, Elisabetta Franchi può fare quello che vuole

    La moglie del noto conduttore Paolo Bonolis, Sonia Bruganelli, in un’intervista a Leggo, torna sul caso Elisabetta Franchi. Sonia Bruganelli riconferma quanto già detto: per lei Franchi ha ragione. Sonia ha spiegato:

    Ho voluto difendere la libertà di un’imprenditrice di scegliere con chi cimentarsi nella realizzazione di un progetto che magari richiede un impegno e della disponibilità eccezionali. Credo sia normale. Anche io quando preparo qualcosa di impegnativo faccio patti chiari con i miei collaboratori. Chi non se la sente o ha altre priorità deve dirlo subito, altrimenti diventa faticoso per loro e un problema per me. La Franchi credo volesse dire questo. L’ha espresso molto male e forse ha scelto l’occasione meno opportuna. E poi dipende tutto dalle persone.

    Poi aggiunge un pensiero da imprenditrice. Senza paura ammette che secondo lei molte persone e molte donne sfruttano la loro posizione per fare carriera e afferma:

    Non credo agli imprenditori tutti sfruttatori, ai dipendenti solo vessati, alle donne sempre e solo vittime di forme di violenza. Io credo che ci siano imprenditori bravi e altri infami, lavoratori eccezionali e altri che se ne approfittano, donne che devono lottare per farsi rispettare e ottenere quel che giustamente spetta loro ma tante altre che si approfittano della debolezza di certi uomini per fare carriera e ottenere quello che non meritano.

    Bonolis: la moglie appoggia e difende Elisabetta Franchi, è polemica!

    Bonolis: la moglie lo ribadisce, Elisabetta Franchi può fare quello che vuole

    Sonia Bruganelli ha anche affermato di essere del tutto disinteressata alle bufere mediatiche, o shitstorm, e sostiene che nessun buon giornalista si dovrebbe interessare a questo flusso ininterrotto di commenti:

    Ma che cos’è una shitstorm? Suvvia. È una valanga di insulti che spesso provengono da profili falsi. Dura due giorni e poi finisce tutto. Se hai paura di una shitstorm di questi tempi forse allora è meglio che non fai il giornalista. L’importante è che dici la verità o che sai argomentare le tue critiche.