Azzurre a Tokyo 2020

PornHub a rischio: il sito verrà chiuso?

09/12/2020

PornHub, uno dei siti più famosi al mondo, è sotto la lente d’ingrandimento dopo che il New York Times l’ha accusato di aver pubblicato video illegali o girati di nascosto a donne sotto la doccia.

pornhub-logo-1

PornHub è una delle piattaforme hard più famose al mondo. Ogni mese raccoglie oltre 3 miliardi e mezzo di visite. Numeri di molto superiori a quelli di Netflix, Yahoo o Amazon.

Il sito è il decimo più visitato al mondo tra quelli che propongono contenuti per adulti ma, ora, il sito rischia di dover fare i conti con delle pesanti accuse.

Secondo il New York Times, infatti, la piattaforma per adulti monetizzerebbe anche con filmati illegali ma anche contenuti razzisti e misogini sino ad arrivare a filmati di donne asfissiate in sacchetti di plastica.

Video illegali: sito a rischio

Schermata 2020-12-08 alle 12.52.50


Leggi anche: New Amsterdam seconda stagione in arrivo: trama e riassunto prima stagione

Sembra che i contenuti incriminati sarebbero stati caricati sul portale dagli utenti, con sistema simile a quello di You Tube. Ma come è possibile se i video devono passare dei controlli prima di essere validati? Forse il motivo è il vastissimo numero di filmati (pensate che solo nel 2019 sono stati pubblicati più di 6,83 milioni di video).

A lanciare le accuse, all’inizio, è stato Nicholas Kristof, in un articolo pubblicato tre giorni fa sul New York Times. L’editorialista, infatti, ha spiegato della presenza di innumerevoli video su PornHub che presentato contenuti vietati e pericolosi, come violenze su minorenni o su donne in stato di incoscienza.

Così Mastercard, colosso mondiale di carte di credito ha deciso di contattare la MindGeek, società canadese che controlla Pornhub e approfondire le indagini. Nel caso fossero riscontrate irregolarità Mastercard sospenderà i pagamenti al sito.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica