Raffaella Carrà offesa sul murales

30/08/2021

Nella famosa città spagnola si è verificato un bruttissimo caso di inciviltà, ignoranza e cattiveria: il murale dedicato alla nostra Raffaella Carrà è stato imbrattato con scritte omofobe. Un gesto ignobile nei confronti di una delle più grandi artiste a livello mondiale scomparsa recentemente. 

raffaella-carra

Nelle scorse ore i media spagnoli hanno raccontato che il murale dedicato a Raffaella Carrà è stato oggetti di atti vandalici; l’opera è stata ricoperta di scritte omofobe. Si tratta di una vera e propria provocazione dato che la Carrà è stata da sempre portavoce del mondo Lgbtq.

Imbrattato il murale dedicato a Raffaella Carrà

Raffaella carrà

Dopo la morte di Raffaella Carrà era stato disegnato a Barcellona uno splendido murale dedicato proprio all’artista; l’opera era stata firmata da Salvatore Benintende, uno street artist 41enne originario di Palermo ma da anni residente nella Catalogna.
Tvboy, questo il suo nome d’arte, ha realizzato uno splendido disegno per metà viola e per metà arcobaleno corredato da una didascalia in spagnolo che recitava “Una vita è una vita quando hai la libertà”; l’opera è un vero e proprio omaggio alla Carrà; lei stessa infatti si era fatta portabandiera della libertà e della larghezza di vedute.


Leggi anche: Barbara D’Urso: l’opera d’arte in suo onore

Al momento non sono stati ancora identificati gli autori di questo bruttissimo gesto ma si spera che grazie ad alcune testimonianze o alla presenza di telecamere nelle vicinanze si possa risalire a colore che hanno compiuto tale scempio.

Anche la Spagna amava Raffaella Carrà

Raffaella-carra-2

Raffaella Carrà era molto famosa in Spagna tanto che a Madrid la giunta comunale ha proposto di intitolarle una piazza; in Italia invece ci ha pensato la sua grande amica e collega Milly Carlucci a chiedere alla Rai di dedicare a Raffaella l’Auditorium del Foro Italico ovvero il luogo in cui hanno preso vita numerosi spettacoli di successo della Carrà, uno fra tutti Carramba! Che sorpresa.
Raffaella è morta poco più di due mesi fa dopo una malattia che la soubrette aveva tenuto nascosto:

“Raffaella si è spenta alle 16.20 di oggi, lunedì 5 luglio, dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato quel suo corpo così minuto eppure così pieno di straripante energia. Una forza inarrestabile la sua, che l’ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo si che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza. L’ennesimo gesto d’amore verso il suo pubblico e verso coloro che ne hanno condiviso l’affetto, affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei” aveva dato così il triste annuncio Sergio Iapino, compagno storico di Raffaella.


Potrebbe interessarti: Raffaella Carrà, la morte e l’addio: da Barbara D’Urso e Mara Venier

Roberta Porto
Suggerisci una modifica