Raffaella Carrà: per sempre a Roma

In una strada non casuale di Roma è apparso un bel murales dedicato alla regina della televisione italiana, da poco scomparsa lasciando tutti senza parole. Il murales è stato realizzato in onore della Carrà in via San Giovanni Lanterna, conosciuta per essere la Gay Street romana.

CD32B07C-D209-4CAC-9BDF-49F6F43A9A7F

Il murales comparso nella famosa Gay Street di Roma è stato realizzato da Mr. Churro. Raffigurata è la leggendaria Raffaella Carrà, personaggio molto importante anche per la comunità LGBTQIA+.

La Carrà è stata effettivamente una vera e propria icona per la comunità LBTQIA+. Tanto importante che, oltre all’opera che la raffigura in via San Giovanni in Laterna, sembra che la suddetta via potrebbe esserle dedicata.

Il nome di Raffaella Carrà ha già dei luoghi confermati come a lei intitolati.
Amatissima anche in Spagna, ormai presa la decisione di dedicare all’artista una delle piazze centrali di Madrid. Anche a Bologna, il Consiglio Comunale sta agendo purché avvenga lo stesso nella città emiliana.


Leggi anche: Raffaella Carrà, la morte e l’addio: da Barbara D’Urso e Mara Venier

La Gay Street di Roma intitolata alla Carrà?

raffaellacarrà

Fabrizio Marazzo, candidato sindaco di Roma ha messo in chiaro che difenderà il murales che raffigura la regina della televisione italiana, assicurandosi che non venga in alcun modo rimosso. Anzi, da parte di Fabrizio Marazzo c’è un’ulteriore idea, con l’intenzione di tenere alto il nome dell’artista.

Infatti, nel caso Fabrizio Marazzo venisse eletto, la via San Giovanni in Laterna sarà da lui dedicata proprio alla Carrà:

Come già annunciato, da eletto, un mio primo impegno sarà quello di dedicare il tratto di strada vicino al Colosseo, da noi ribattezzato Gay Street, a Raffaella Carrà. Un’idea condivisa da gran parte della nostra comunità LGBT+. Il comune di Madrid le ha già dedicato una strada nel suo quartiere LGBTQ.

Il murales nella Gay Street di Roma si compone del ritratto della Carrà. Dietro, una bandiera con i colori dell’arcobaleno e una frase piena di significati: “Meno silenzio, più rumore”.

Un omaggio alla Carrà ma anche un modo per continuare a sottolineare l’importanza dell’approvazione del Ddl Zan. Non mancano infatti le svariate foto condivise dagli utenti social, che immortalano la nuova opera e con l’occasione ricordano l’importanza del disegno di legge contro l’omotransfobia.