Rosalinda Cannavò ancora vittima degli haters

Rosalinda Cannavò deve subire ancora una volta gli insulti di quei leoni da tastiera sempre pronti a criticare senza andare a fondo delle questioni. Un malinteso sui social ha scatenato una pioggia di insulti.

Rosalinda-Cannavo-Solonotizie24-5

Sul proprio profilo Instagram Rosalinda Cannavò ha rilanciato un evento da lei stessa organizzato a Catania un paio di settimane fa, mentre si trovava in Sicilia per presenziare al matrimonio della cugina.

Ma nonostante le buone intenzioni di Rosalinda Cannavò, è bastato poco ai leoni da tastiera per inondare la ragazza di commenti negativi e insulti. Il motivo? In molti si aspettavano che all’evento a Catania avrebbe presenziato lei stessa. Naturalmente ciò non sarebbe stato possibile, anche perchè l’influencer e attrice non ha mai nascosto di trovarsi a Milano.

Un account Twitter ha rivelato di aver ricevuto delle segnalazioni da parte di alcune fan che aspettavano a Catania il loro idolo Rosalinda Cannavò. E così è partito tutto.


Leggi anche: GF Vip, Dayane contro Rosalinda e Zenga

Rosalinda Cannavò: perchè questa pioggia di insulti?

rosalindacannavò

L’account Twitter di Samuel Montegrande scrive:

Rosalinda Cannavò dà appuntamento ai suoi fans a uno store, con tanto di locandina e orario. Pubblicando anche una storia: “eccomi ragazzi, sono in macchina, sto per arrivare”. Per poi scoprire che ha registrato il tutto due settimane prima e i fans fuori lo store a bestemmiare. Se ci sono PERSONE non oggetti che aspettano fuori ore ed ore e vengono prese in giro da una “vip”, perdonami, ma io mi incazzo!

Ma Rosalinda Cannavò non è rimasta in silenzio e ha replicato:

Non era un evento aperto al pubblico (luogo chiuso e non si possono fare eventi con la questione COVID, io in particolar modo rispetto le regole soprattutto se si tratta di salute) e le date di pubblicazione non sono state decise da me ma da odietamofashion. Tra l’altro la locandina uscì giorni addietro.

Ancora una volta si è trattato di un malinteso, ma le malelingue non si sono fatte attendere.