Rosalinda Cannavò: la proposta su Instagram

03/07/2021

L’ex gieffina parla della news sull’obbligo in Norvegia di dichiarare i ritocchi fotografici da parte di influencer e si auspica l’arrivo di una legge simile anche in Italia: Rosalinda Cannavò apre un sondaggio per i follower.

Adua-Del-Vesco-GrandeFratelloVip-Mediaset-2020

Questo pomeriggio Rosalinda Cannavò ha postato nelle sue Instagram stories la notizia di una legge introdotta in Norvegia che imponga la dichiarazione dei ritocchi fisici alle foto delle influencer.

L’ex gieffina, che ha spesso affrontato il tema della body positivity, commenta la notizia augurandosi che una regolamentazione contro l’insicurezza sociale si possa avere anche in Italia e data l’importanza dell’argomento, apre un sondaggio per sapere cosa ne pensano i suoi follower.

Il sondaggio di Rosalinda Cannavò

21:00 – Rosalinda Cannavò contro l’insicurezza sociale su Instagram

Una legge contro l’insicurezza sociale. Così viene definita la legge introdotta in Norvegia che obbligherebbe agli influencer di dichiarare gli eventuali ritocchi introdotti nei contenuti fotografici che vengono poi postati sui social.


Leggi anche: GF Vip, Dayane contro Rosalinda e Zenga

Una notizia che ha colpito Rosalinda Cannavò, da sempre molto attenta a promuovere la cultura della body positivity sui suoi canali social.

Oggi pomeriggio l’ex gieffina ha infatti ricondiviso la news nelle sue Instagram stories, auspicandosi che presto una legge analoga possa arrivare anche in Italia.

Per coinvolgere i follower in questo tema così delicato e che riguarda migliaia di persone, ha affiancato un sondaggio alla notizia per permettere l’interazione con i suoi seguaci e scoprire il loro punto di vista al riguardo.

La battaglia di Rosalinda Cannavò per l’inclusività del corpo

Rosalinda-Cannavo-Solonotizie24-5

Già dai tempi del Grande Fratello Vip 5, Rosalinda Cannavò ha affrontato il tema dell’accettazione del proprio corpo e delle problematiche psicologiche e alimentari che l’assenza di autostima può comportare ai danni delle persone vittime di bullismo e di insicurezza legato all’aspetto fisico (e non solo).

Una battaglia che l’ex gieffina ha portato avanti anche fuori dalla casa del Gf Vip e che sui suoi canali social ha affrontato più volte, invitando i follower alla riflessione e alla diffusione della body positivity, cultura che si basa sull’inclusività del corpo in qualunque misura o peso, che combatte gli stereotipi introdotti dalla pubblicità e dai social che diffondono immagini di corpi troppo esili, a volte irreali perché frutto di ritocchi digitali.


Potrebbe interessarti: GF Vip, Rosalinda Cannavò denunciata da Massimiliano Morra

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica