Selvaggia Lucarelli contro l’omobitransfobia

17/05/2021

Anche Selvaggia Lucarelli, come tanti altri giornalisti, personaggi del mondo dello spettacolo e vip, ha deciso di sostenere la giornata mondiale contro l’omobitransfobia e l’ha fatto con un tenero post che ritrae il figlio Leon da piccolo, al Gay Pride di New York.

selvaggia-lucarelli

Selvaggia Lucarelli è da sempre molto sensibile a temi come inclusione e lotta alle discriminazioni. Sui suoi social, che spesso usa per raccontare fatti di attualità o puntare l’attenzione su cause troppo spesso sottovalutate, la donna ha deciso di sostenere a modo suo la giornata mondiale contro l’omobitransfobia.

La Lucarelli, così, ha pubblicato un coloratissimo post che ritrae suo figlio Leon qualche anno fa, raccontando di quando insieme a lui e al fidanzato Lorenzo Biagiarelli si era trovata nel mezzo del Gay Pride di New York.

Selvaggia Lucarelli contro l’omobitransfobia

Schermata 2021-05-17 alle 15.33.07

Sul seguitissimo account di Selvaggia Lucarelli poche ore fa è spuntato uno scatto che ritrae il figlio Leon qualche anno fa, circondato da manifestanti e bandiere arcobaleno.


Leggi anche: Privato: Selvaggia Lucarelli insultata da Antonella Mosetti, scatta la denuncia

La donna nella didascalia ha così spiegato che si tratta di una foto risalente a cinque anni fa, quando lei, il fidanzato Lorenzo e il figlio avuto insieme a Laerte Pappalardo erano andati a fare un viaggio a New York e si erano ritrovati in mezzo alla parata del gay pride.

“Leon aveva i capelli lunghi (che non ha più) e una totale mancanza di stupore e pregiudizi (che ha ancora). Fu una giornata di allegra normalità”.

ha raccontato la giornalista, che ha voluto specificare come in quella occasione non si trovò a dovergli spiegare qualcosa perché “tutto quello che c’era da sapere, l’aveva non imparato, ma assorbito”.

Insomma, la donna ha voluto puntare l’attenzione sul fatto che quando i genitori vivono con normalità qualcosa anche i figli lo faranno.

“Non serve molto altro“.

ha concluso, aggiungendo hashtag a favore della giornata mondiale contro le discriminazioni sessuali!  

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica