Selvaggia Lucarelli attacca la Marrone e difende i Maneskin

05/06/2021

Di recente Emma Marrone è tornata a parlare della sua esibizione all’Eurovision nel 2014 quando, però, era stata attaccata per il suo abbigliamento e per le sue movenze. La donna ha parlato anche di sessismo e così Selvaggia Lucarelli ha voluto chiarire un paio di cose.

selvaggia-lucarelli

La vittoria dei Maneskin all’Eurovision continua a portarsi dietro ancora polemiche e critiche. Stavolta a “puntare il dito” contro di loro è stata Emma Marrone, che in una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera ha fatto notare il differente trattamento che lei e Damiano (frontman della band) hanno ricevuto.

“Lessi su di me solo delle critiche ai miei shorts color oro giudicati troppo audaci. Quest’anno Damiano dei Maneskin a petto nudo e tacchi a spillo era per tutti un figo, evidentemente vige ancora un grande sessismo”.

ha infatti commento la donna che, però, ha subito ricevuto numerose frecciatine. A spezzare una lancia a favore, ancora una volta, della band romana, è stata Selvaggia Lucarelli, che ha anche chiarito che la colpa della mancata vittoria di Emma va imputata al fatto che la canzone fosse “brutta”!


Leggi anche: Emma Marrone e lo scatto sexy: “Sono più fi*a di dieci anni fa…”

Lucarelli: “Emma Marrone? Performance imbarazzante!”

Schermata 2021-06-05 alle 12.18.11

Dopo le dichiarazioni di Emma Marrone sul trattamento ricevuto agli Eurovision Song Contest qualche anno fa, quando dopo la vittoria di Sanremo fu lei a partecipare, anche Selvaggia Lucarelli ha voluto dire la sua.

“Io ho rispetto per Emma ma con onestà, la canzone era brutta, si posizionò malissimo e sul palco la performance fu piuttosto imbarazzante”.

ha chiosato la giornalista sui social, specificando che anche se si fosse presentata indossando una “tuta da sci” le cose non sarebbero state diverse.

“Il look dei cantanti si commenta sempre perché fa parte dell’impalcatura, della performance, specie all’ Eurovision”.

ha aggiunto poi, invitando l’artista a non scomodare il sessismo quando non serve. Che ne pensate delle sue parole? Qualcuno tra i commenti ha sottolineato che, in realtà, a parlare per Emma è l’invidia… siete d’accordo?

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica