Selvaggia Lucarelli critica la campagna vaccino

29/12/2020

Nel suo ultimo articolo per il “TPI” Selvaggia Lucarelli si è scagliata contro il “reality show con poca sostanza” che, secondo lei, è la campagna per il vaccino anti-Covid.

selvaggia-lucarelli-aborto-matteo-salvini-1582283383

Selvaggia Lucarelli, ormai sin dall’inizio della pandemia, si è spesso occupata del Covid e di tutto ciò che ruota intorno a questo temibile virus.

Dai furbetti del Covid che quest’estate non sono stati attenti a proteggersi e a proteggere gli altri dal contagio a chi, poco tempo fa, organizzava feste clandestine, passando per negazionisti e no-vax.

Nelle ultime ore, però, la giornalista ha scritto un lungo articolo contro la spettacolarizzazione della campagna per il vaccino. Secondo lei, infatti, è assurdo dover ancora cercare di avvicinare le persone alla scienza!

Selvaggia Lucarelli: “Poca sostanza”

Schermata-2020-02-09-alle-17.19.16-758×421


Leggi anche: Uomini e Donne: Selvaggia Lucarelli attacca Maria De Filippi

Sono stati molti i dettagli che, di fronte alla campagna sul vaccino anti-Covid, Selvaggia Lucarelli non ha gradito. Secondo la donna, infatti, l’immagine del camion con i vaccini Pfizer seguito dalle telecamere trasmette qualcosa di profondamente disagiante.

Il viaggio delle dosi, “raccontato come il viaggio epico dell’eroe che attraversa valichi e frontiere, scortato dalle forze dell’ordine come un giudice di mafia o un capo di stato”, le appare troppo discordante con il silenzio e l’assenza di telecamere che, invece, hanno accompagnato le bare che lasciavano Bergamo lo scorso 18 Marzo.

Secondo Selvaggia, è assurdo che di fronte a chiare evidenze scientifiche e chiari dati si debba ancora tentare di avvicinare la gente al vaccino, con “padiglioni-primula” e volti noti scelti per la campagna.

“Un lancio da settimana della moda, da salone del mobile, roba che ti aspetti di entrare nel padiglione primula per vaccinarti e di uscire col gadget, col peluche a forma di Covid sotto l’ascella o col saturimetro firmato Versace.

ha chiosato, tirando in ballo anche la prima italiana vaccinata, giovane e bella e davvero distante dalla vecchietta inglese, la prima al mondo a vaccinarsi.


Potrebbe interessarti: Massimo Giletti e Selvaggia Lucarelli, è guerra : “Gira le palette a Ballando”

Secondo lei, poi, il vero problema è che la gente si sta allontanando sia dalla scienza che dalle scelte del governo a causa di una serie di azioni che hanno premiato Bassetti, (che minimizzò il rischio di una nuova ondata) e altri come lui invece che gli esperti più rigorosi. 

“E non sarà il profumo di una primula a riparare i danni.”

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica