Selvaggia Lucarelli denuncia i trucchi contro i divieti

14/04/2021

In un recente post pubblicato nelle sue stories Selvaggia Lucarelli ha puntato il dito contro tutti quegli appassionati di sport che, pur di tornare in palestra, farebbero carte false; letteralmente. In particolare la giornalista si è scagliata contro un ragazzo che ha consigliato ai suoi seguaci come “imbrogliare”!

0-wodxv1q5-1

Sin dall’inizio della pandemia Selvaggia Lucarelli si è trovata ad avere a che fare con gente come negazionisti e no-vax. La donna, che ha spesso “denunciato” questi personaggi sui suoi social, oggi è tornata a parlare di chi cerca di infrangere le regole, mettendo a rischio la propria salute e quella degli altri.

In particolare la giornalista se l’è presa con un ragazzo che, tramite il suo piuttosto seguito profilo, ha consigliato a chi lo segue come riuscire a tornare in palestra, nonostante zone rosse e divieti vari.

Selvaggia Lucarelli: “denuncia” social per chi imbroglia

Schermata 2021-04-14 alle 14.46.08


Leggi anche: Uomini e Donne: Selvaggia Lucarelli attacca Maria De Filippi

Poche ore fa la Lucarelli ha pubblicato sul suo profilo Instagram il video di un ragazzo che, nelle proprie stories, si è mostrato in palestra, per poi spiegare ai suoi followers come fare ad allenarsi come lui.

Secondo le sue parole, infatti, nonostante gli ultimi DPCM vietino l’accesso a palestre e centri sportivi, basterebbe farsi fare dal proprio medico un certificato per “atleti agonisti”, cioè coloro che fanno sport per prendere parte a competizioni o gare nazionali.

Qualsiasi sia la zona potrete allenarvi tranquillamente, basta che troviate la palestra che aderisce”.

ha detto, citando la “Maxi-Fit” per coloro che ne cercano una in zona Milano.

“Questo è solo un’escamotage per potersi allenare”

ha aggiunto poi, confermando di aver trovato un vero e proprio metodo per aggirare le cose perchè stufo di aspettare le riaperture del governo.

“Il genio. Quello che deve raccontare sui social come si fa a fare i furbi, c’è sempre”.

ha scritto la Lucarelli nella didascalia, puntando il dito contro il giovane che, però, è solo la punta dell’iceberg del gruppo dei “furbetti”, che nonostante la situazione particolare cercano di aggirare le regole 

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica