Selvaggia Lucarelli difende i Maneskin

23/05/2021

Anche Selvaggia Lucarelli, che già in passato si è detta davvero fan dei Maneskin, in queste ore ha preso le difese della band romana e del cantautore Damiano in particolare, che è stato accusato di aver fatto uso di cocaina dai media francesi.

Selvaggia Lucarelli difende i Maneskin (ore 17.15)

Ieri sera a Rotterdam i Maneskin hanno trionfato sul palco dell’Eurovision dove, grazie al brano che gli aveva anche fatto vincere Sanremo, si sono aggiudicati la vittoria dell’evento europeo.

Dai social, però, è arrivata una grave accusa che riguarda soprattutto Damiano dei Maneskin, che secondo qualcuno avrebbe sniffato cocaina proprio mentre insieme ai suoi “colleghi” aspettava di scoprire a chi sarebbe andata la vittoria.

A puntare il dito contro il giovane è stata soprattutto la Francia che, forse a causa della vittoria soffiata, ha deciso di chiedere la squalifica dell’Italia. Damiano ha subito preso le distanze dalle accuse che gli sono state rivolte e sono stati tanti quelli che si sono schierati dalla sua parte.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli insultata da Antonella Mosetti, scatta la denuncia

Anche Selvaggia Lucarelli, che non ha mai nascosto il suo appoggio alla band romana, ha voluto dire la sua, consigliando a chi continua ad accusare il frontman di fare un passo indietro.

Selvaggia Lucarelli: dalla parte dei Maneskin

Selvaggia Lucarelli difende i Maneskin (ore 17.15)

Pubblicando lo screenshot della didascalia (tradotta) che la pagina Instagram di Paris Match ha usato sotto lo scatto della vittoria dei Maneskin, Selvaggia Lucarelli ha accusato il giornale di muovere meschine e infamanti accuse contro 4 giovani ragazzi.

La donna, che ha definito la mossa di @parismatch_magazine “tanto incredibile quanto grave”, ha anche sottolineato l’assurdità di tali affermazioni.

“Incredibile perché solo un idiota potrebbe pensare che qualcuno si metta ad assumere cocaina in mondovisione, con la droga appoggiata sul tavolo. Grave perché la vittoria di 4 ragazzi giovanissimi viene insozzata da una bugia infamante, senza neppure che un giornalista si prenda la briga di guardare il video incriminato“.

ha scritto la donna, suggerendo al giornale di chiedere scusa ai Maneskin e di risarcirli e alla Sony e a Damiano di denunciare il sito di informazione.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica