Selvaggia Lucarelli furiosa con i giovani

25/04/2021

In queste ore Selvaggia Lucarelli, tramite i suoi social, continua a portare avanti la denuncia contro chi, nonostante non sia il momento di abbassare la guardia ha ripreso a fare feste e dare vita ad assembramenti, mettendo così a rischio sia la propria vita che quella degli altri. 

selvaggia lucarelli ansa-2

Selvaggia Lucarelli continua ad usare i suoi social per denunciare i cosiddetti “furbetti del Covid” che, nonostante zone rosse, divieti e una situazione non del tutto rientrata, continuano a comportarsi come nulla fosse.

Già di recente la donna aveva pubblicato un video in cui mostrava parchi pieni di gente, affollate vie del centro e il completo menefreghismo mostrato verso le norme di distanziamento sociale.

Oggi, invece, la donna ha puntato il dito contro nuovi problemi: l’assenza di dispositivi di protezione e di mascherine.

Selvaggia Lucarelli: contro chi non rispetta le regole

Schermata 2021-04-25 alle 16.10.16

Pubblicando una seri di video di “denuncia” sul suo profilo Instagram in queste ore Selvaggia Lucarelli ha voluto puntare il dito contro chi, soprattutto tra i più giovani, ha ricominciato ad uscire come niente fosse, a ballare sui prati o a festeggiare.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli insultata da Antonella Mosetti, scatta la denuncia

La donna, però, ha voluto puntare l’attenzione soprattutto sul fatto che, la maggior parte delle persone che “si riprendono gli spazi e la socialità anche dove ancora non si potrebbe”, si assembrano, ballano e fanno festa non ha nemmeno l’accortezza di mettere la mascherina.

“Almeno quella, quando vi appiccicate agli altri, e mettetevela ca**o. Noi che ‘ste cose non le facciamo vogliamo uscire più di voi. E rinunciamo a qualcosa per poi uscire definitivamente, senza dover rinchiuderci in casa un’altra volta”.

ha sbottato sotto al post condiviso poche ore fa. 

“Voi altri che ieri neppure riuscivate a mettervi una mascherina non so, ma a guardarvi così sembrate voi quelli che hanno voglia di un nuovo lockdown, non noi”.

ha aggiunto, sottolineando come ci sarebbe anche da fare un discorso sui morti ma che, ormai, tutto sembra solo “retorica pallosa”.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica