Azzurre a Tokyo 2020

Selvaggia Lucarelli: il dramma sulla morte del fratello

30/06/2021

Raccontando delle vicenda di Nicola Tanturli, il bimbo scomparso e ritrovato al Mugello, Selvaggia Lucarelli ha voluto spezzare una lancia a favore dei genitori del piccolo. Nel farlo, così, ha raccontato un episodio riguardante il fratello, morto soffocato nella culla a causa di un rigurgito.  

Selvaggia-Lucarelli

Anche se ultimamente sta un po’ scemando in questi giorni si è parlato moltissimo della vicenda legata a Nicola Tanturli, il bambino che di recente è scomparso al Mugello ma che, per fortuna, è stato ritrovato.

La magistratura sta indagando sulle negligenze o colpe nella sua sparizione da parte dei genitori del piccolo che, per ora, è a casa con la sua famiglia.

In merito a questa storia che ha tenuto tutto il paese con il fatto sospeso, però, anche Selvaggia Lucarelli ha voluto dire la sua e, così, ha raccontato ai suoi lettori un episodio che riguarda uno dei suoi fratelli, morto in culla a causa di una distrazione.


Leggi anche: Massimo Giletti e Selvaggia Lucarelli, è guerra : “Gira le palette a Ballando”

Selvaggia Lucarelli: il racconto della morte del fratello

55135-selvaggia-lucarelli-il-post-pro-tecnologia

In un recente articolo su “Il Fatto Quotidiano” Selvaggia Lucarelli ha raccontato di aver commentato con il padre la storia del piccolo Nicola e che, proprio parlando con il genitore, si è accorta di come questa storia sia davvero simile a quella di suo fratello.

“Tutti voi, alla fine, siete dei miracolati”.

avrebbe infatti detto l’uomo, alludendo al figlio perso quando era ancora un neonato. Simone, questo il nome del bambino, morì soffocato nel suo lettino in ostetrica. Secondo le parole dei genitori della giornalista la “colpa” sarebbe di un’ostetrica che, forse uscita a fumarsi una sigaretta, non se ne accorse.

“La distrazione, la leggerezza, l’irresponsabilità di un adulto che doveva badare a dei neonati sono costate la vita a un fratello che non ho mai conosciuto”.

ha detto la donna, ammettendo di aver rischiato tanto prima come figlia e poi come madre. Per fortuna, però, a lei è sempre andata bene.

“La linea che mi separa dall’essere stata una madre degenere è sottilissima. Sarebbe bastato un attimo”.

ha aggiunto poi, cercando di mettersi nei panni dei genitori di Nicola che, come tutti coloro che hanno figli, non sono perfetti e hanno sbagliato; non per questo vanno crocifissi!


Potrebbe interessarti: Uomini e Donne: Selvaggia Lucarelli attacca Maria De Filippi

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica