Selvaggia Lucarelli: nel podcast interviene un uomo

20/04/2021

Oggi è uscita la puntata numero 5 del podcast “Proprio a me”, ideato da Selvaggia Lucarelli, che racconta le storie di persone finite nella “trappola” delle dipendenze affettive. Per la prima volta, però, la testimonianza di oggi è quella di un uomo!

Selvaggia-Lucarelli-iltempo.it-

Da qualche settimana Selvaggia Lucarelli ha dato vita ad un podcast, disponibile su Spotify, che racconta la storia di tante donne che, come lei, sono finite vittima di una “relazione tossica”, che le ha portate in una situazione di disperazione e solitudine.

Tutto è cominciato quando qualche mese fa, quando la giornalista era stata ospite a “L’Assedio” di Daria Bignardi, e aveva raccontato la sua personale storia. Da allora moltissime persone avevano cominciato a raccontarle la loro esperienza personale e, così, la donna ha pensato di far partire, con l’aiuto di Chora Media e di Pablo Trincia, questo progetto.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli: nuova puntata del podcast sulle dipendenze

Oggi siamo arrivati alla puntata numero 5, che s’intitola “La ragazza fantasma” e che, per la prima volta, racconta la storia di un uomo.

Selvaggia Lucarelli: nel suo podcast anche un uomo

Schermata 2021-04-20 alle 13.22.23

Come aveva rivelato qualche tempo fa Selvaggia Lucarelli quando si parla di dipendenze affettive e di relazioni tossiche bisogna fare molta attenzione a comprendere che no, quella non è la normalità.

E per quanto se ne parli ancora (troppo) poco, l’argomento non va sottovalutato perchè riguarda tutti: uomini e donne, giovani e vecchi.

Lo sa bene Max, che proprio in queste ore ha raccontato la sua storia di dipendenza affettiva verso una donna, un’abile manipolatrice che è riuscita ad farlo precipitare nel baratro.

La sua storia è stata affidata al podcast “Proprio a me” e, come ha spiegato la giornalista de “Il Fatto Quotidiano” è forse la più moderna e surreale di tutte.

“L’incontro in una videoteca anni fa, una ragazza bellissima ma anche cupa e sfuggente, una manipolazione psicologica giocata sulle assenze, dieci anni di vita in cui Max perde tutto. In cui qualsiasi cosa lo distragga da lei, dal lavoro agli amici, diventa superflua”.

Insomma, un’altro appuntamento da non perdere con uno dei podcast più ascoltati del momento!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica