Selvaggia Lucarelli, pro vaccino: l’attacco ai no vax

30/12/2020

Mentre continua ad esser insultata da hater e no-vax Selvaggia Lucarelli ha scritto un ironico post su quella che secondo lei è la miglior campagna per il vaccino.

foto-selvaggia-lucarelli-ballando

Un suo recente post in cui ha spiegato in 6 punti il motivo per cui disprezza coloro che non si vogliono vaccinare ha scatenato prevedibili polemiche e ondate di insulti e minacce.

Selvaggia Lucarelli così ha deciso, come spesso fa,  di mostrare sui suoi social i commenti ricevuti, le frasi sconce e i messaggi in cui le si augura la morte. Con loro, però, è tornata anche a rendere note facce, nomi e cognomi dei diretti interessati.

Tra un orda di hater e qualche fan che l’appoggia, però, la giornalista ha anche trovato il tempo di fare una simpatica battuta sulle campagne per il vaccino che, di recente, l’avevano molto fatta discutere.


Leggi anche: Uomini e Donne: Selvaggia Lucarelli attacca Maria De Filippi

Selvaggia Lucarelli: d’accordo con Pregliasco?

Schermata 2020-12-30 alle 13.08.39

Mentre porta avanti la sua denuncia social verso negazionismi, no vax e haters Selvaggia, nell’ultimo post pubblicato sul suo profilo, ha condiviso una particolare idea del virologo Fabrizio Pregliasco.

L’uomo, infatti, di recente aveva ipotizzato la possibilità di una sorta di “patente del vaccino” per accedere agli stadi. Così la Lucarelli ha ironicamente commentato la notizia.

“Pregliasco è l’unico ad aver capito quale sia l’unica campagna pro-vaccino che potrebbe motivare gli italiani.”

ha scritto, sarcastica, sotto la faccia dell’uomo. Di recente, infatti la donna si era scagliata contro la campagna vaccinale pensata dal governo, che considerava di “poca sostanza“. Secondo lei, poi, era assurdo che il paese dovesse essere sensibilizzato con video promozionali e il vaccino lanciato in “stile settimana della moda.”

La vera persuasione dovevano essere le migliaia di morti vissute in questi difficili mesi e non dei personaggi famosi che ci mettevano la faccia!

A quanto pare, però, anche fare leva sul calcio potrebbe essere un’ottima alternativa!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica