Selvaggia Lucarelli: scettica sull’attacco omofobo di Genova

01/11/2020

Le Instagram stories di Selvaggia Lucarelli stavolta hanno voluto mettere in guardia il suo pubblico da una notizia che, negli ultimi giorni, ha fatto il giro del web: quella di una ragazza lesbica aggredita dai vicini. 

0-ltym1fvv

Mentre continua a portare avanti la sua opera di “denuncia” contro negazionisti e furbetti del Covid Selvaggia si batte anche a favore della verità che, troppo spesso, negli ultimi tempi viene a mancare!

Così, la giornalista ha voluto puntare l’attenzione su una notizia che negli ultimi giorni è diventata virale ma a cui lei, per ora, ha deciso di non credere. Si tratta delle accuse di una ragazza di Genova che ha denunciato i vicini che le avrebbero distrutto la macchina per omofobia.

Selvaggia Lucarelli: “Per me non è una notizia”

Schermata 2020-10-31 alle 11.35.04

In particolare alla Lucarelli non va giù che le parole della giovane siano state prese come unica verità e che nessuno si sia chiesto cosa hanno da dire gli accusati, basandosi solo su un video spuntata su Tok Tok.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli insultata da Antonella Mosetti, scatta la denuncia

“Perché non è detto che il tema sia l’omofobia, perché non è detto che esista un movente omofobo, perché sono tempi strani in cui questo genere di storie vanno verificate più di prima.” ha scritto sui suoi social, riportando la notizia. “Specialmente quando si infila nella storia il solito avvocato in cerca di luce. Io al momento non ha sentito l’altra campana e finché non l’ascolto per me questa non è una notizia.” ha spiegato.

E chissà se il suo intervento metterà in guardia i suoi followers, spiegando loro che le fake news sono sempre dietro l’angolo!?

Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Moda, Design e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter