Striscia la notizia: Trussardi razzista? La difesa

15/04/2021

Dopo che la polemica sullo sketch di Striscia La Notizia in cui Michelle Hunziker e Gerry Scotti ironizzano sulla cultura asiatica è arrivata fino agli Stati Uniti, la casa di moda Trussardi, il cui AD Tommaso Trussardi è il marito della conduttrice di Striscia, pubblica un post sui social in cui prende le distanze da qualunque accusa di razzismo.

dietprada

Non si arresta la polemica che ha travolto Striscia La Notizia nel web. Le accuse di razzismo verso la cultura asiatica, in particolare verso la comunità cinese, che l’account statunitense da milioni di followers Diet Prada ha rivolto ai conduttori dello show, sono dilagate nel web.

La notizia ha fatto il giro del mondo, tanto che Michelle Hunziker ha deciso di pubblicare ieri mattina un video in cui chiede pubblicamente scusa alla comunità cinese.

Nelle ore successive, nei profili social di Trussardi, casa di moda il cui Amministratore Delegato è Tomaso Trussardi, marito della Hunziker, viene pubblicato un post in cui la maison sottolinea di essere estranea e di prendere le distanze da qualunque forma di razzismo .


Leggi anche: Verissimo, Tomaso Trussardi si confessa e parla di Michelle

Il post di Trussardi

trussardi

Nel denunciare sui social l’episodio razzista di Striscia la Notizia, Diet Prada è andata ad indagare sulla vita dei due conduttori, infatti nel post di denuncia non solo parlano dell’esperienza da parlamentare di Gerry Scotti e della carriera da modella di Michelle Hunziker, ma specificano anche che quest’ultima è la moglie di Tomaso Trussardi, Amministratore Delegato della maison che porta il suo nome.

Per evitare quindi qualsiasi forma di associazione tra Trussardi e odio razziale verso le comunità asiatiche, dagli account social del brand è stato rilasciato un breve comunicato che sottolinea la natura inclusiva della maison:

“Trussardi nasce come un brand di lifestyle inclusivo. Come azienda, condanniamo il razzismo e la discriminazione in ogni sua forma.

Qualsiasi associazione di Trussardi a episodi di razzismo è priva di fondamento.

L’inclusività è un valore in cui crediamo ed è ciò che sta trainando il nuovo corso di Trussardi sotto la nuova guida.

Siamo vicini alla comunità italo-asiatica e a tutte le comunità asiatiche del mondo.”

Sebastian Suhl, Ceo Trussardi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trussardi (@trussardi)

Le accuse di razzismo a Striscia la Notizia

La polemica che ha travolto Striscia la Notizia è legata allo sketch proposto nello show lo scorso lunedì, considerato offensivo nei confronti della comunità cinese: il siparietto vede Gerry Scotti e Michelle Hunziker, parlando di Pechino, allungarsi le palpebre con le dita in riferimento agli occhi a mandorla, marcare la cadenza asiatica nel parlato italiano e sostituire la “R” con la “L”: la pagina Instagram statunitense Diet Prada ha così denunciato l’episodio diffondendolo in tutto il web.

A poche ore dall’episodio Michelle Hunziker ha pubblicamente chiesto scusa dai suoi profili social personali, pur sottolineando l’assoluta non intenzione di offendere nessuno all’interno delle comunità asiatiche.

Gerry Scotti, durante la puntata di ieri ha sottolineato, non porgendo però alcuna scusa pubblica, che chi conosce il programma sa che Striscia è contro ogni forma di razzismo.

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica