Tommaso Zorzi: duro contro la Lega e Salvini

21/07/2021

Questa mattina Tommaso Zorzi ha commentato nelle sue Instagram stories gli emendamenti contro il DDL Zan e ha attaccato la Lega e Matteo Salvini per essere un partito che cerca solo di raccogliere i voti dell’elettorato meno istruito.

C-15-articolo-1466-upiFoto

Tommaso Zorzi ha affrontato oggi nelle sue Instagram stories una questione di attualità di estrema urgenza.

Dopo i mille emendamenti contro il DDL Zan, gran parte dei quali presentati dalla Lega, che ora rischiano di affossare il disegno di legge contro omotransfobia, misoginia e abilismo, Tommaso Zorzi non è rimasto in silenzio ed ha espresso con una lunga serie di stories su Instagram, il proprio pensiero riguardo al partito di Matteo Salvini e al suo stesso leader.

Tommaso Zorzi: dietro alla lega c’è del torbido?

21:00 – DDL Zan: Tommaso Zorzi attacca la Lega e i post omofobi

Nelle sue Instagram stories Tommaso Zorzi ha attaccato la Lega, che ha presentato più di 700 emendamenti contro il DDL Zan allo scopo di affossarlo.


Leggi anche: Tommaso Zorzi infuriato con Matteo Salvini

Il conduttore de Il Punto Z ha parlato a lungo del partito di Matteo Salvini e dello stesso leader, toccando numerosi punti critici del partito e del personaggio politico, che dal racconto di Zorzi predicherebbe bene e razzolerebbe male:

“Sono sempre più convinto che dietro alle prese di posizione della Lega ci sia del torbido.

Un partito che porta avanti da anni la bandiera della famiglia tradizionale, della famiglia cristiana, ma è capitanato da Matteo Salvini il quale è divorziato con due convivenze alle spalle e che attualmente frequenta una ragazza che biologicamente potrebbe essere sua figlia.

Quindi non capisco l’enfasi di voler portare avanti una ideologia che tu per primo, da capo del tuo partito non sposi e non porti avanti.”

Matteo Salvini e il vaccino: questione di populismo?

21:00 – DDL Zan: Tommaso Zorzi attacca la Lega e i post omofobi

Tommaso Zorzi prosegue concentrandosi sulla questione vaccino anticovid affrontato da Matteo Salvini.

Il vincitore del Grande Fratello Vip 5 è infatti convinto che dietro alla sua privacy riguardo all’essersi vaccinato o meno, si nasconda l’intento di non deludere l’elettorato novax, notoriamente sostenitore, nella gran parte, del partito della Lega:

“Non vuoi dire se sei vaccinato o meno, caro Matteo, perché secondo te tutte le questioni mediche sono tutelate dal segreto della privacy, ma qualche tempo addietro quando andasti a donare il sangue all’Avis sembravi Kim Kardashian che usciva dalla sfilata di Balmain.


Potrebbe interessarti: Fedez attacca Pillon

La mia domanda è: non è che tu non vuoi dire di essere vaccinato poiché qualora fossi vaccinato rischieresti di perdere i voti dei famosi novax che notoriamente sono della Lega?

E sapendo che i novax sono della Lega e quindi sono tuoi elettori, non ti fai mai la domanda del perché gente che è ignorante e pericolosa per questo Paese vota te?

Ultima domanda: è davvero così appagante arrivare al potere facendoti portavoce di tutto quel popolino ignorante il quale pende dalle tue labbra semplicemente per il fatto che gli dai il contentino e gli dici esattamente quello che vogliono sentirsi dire mettendo la tua libertà individuale davanti a quella di chiunque altro, risultando così pericoloso per il prossimo?”

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica