Tommaso Zorzi esagera? LGBTQ furiosa lo attacca

28/05/2021

Dopo le critiche ricevute per il suo probabile ruolo di giudice in Drag Race Italia, Tommaso Zorzi risponde agli attacchi e si dice addolorato che le polemiche provengano soprattutto dalla comunità LGBTQ+, comunità sostenuta da anni dallo stesso Zorzi.

Tommaso-Zorzi

Da un paio di giorni circolano indiscrezioni non ancora confermate o smentite secondo cui uno dei ruoli di giudice della primissima edizione italiana di Drag Race sarà ricoperto da Tommaso Zorzi.

Lo show dedicato all’arte drag sbarcherà per la prima volta in Italia su Discovery, e l’ipotesi che ci sia Tommaso Zorzi nella giuria fa storcere il naso a molti, soprattutto all’interno della comunità LGBTQ+.

Questo fatto addolora particolarmente l’influencer, da sempre sostenitore della comunità e fervido promotore delle relative battaglie.

L’ospitata al Maurizio Costanzo show mai perdonata

18:15 – La comunità LGBTQ+ prende le distanze da Tommaso Zorzi


Leggi anche: GF Vip, Tommaso Zorzi: spunta un altro flirt

A pesare sul giudizio poco entusiasta della comunità LGBTQ+ nei confronti di Tommaso Zorzi, c’è ancora quella sua ospitata al Maurizio Costanzo Show di alcune settimane fa in cui il vincitore del Grande Fratello Vip 5, in presenza di Giorgia Meloni, fervida oppositrice del disegno di legge Zan, non ha preso alcuna distanza e non ha aperto nessun dibattito sull’importanza dell’approvazione del ddl contro l’omotransfobia ma, anzi, ha manifestato accondiscendenza nei confronti dell’esponente politica.

Secondo l’opinione di molti, in quell’occasione Tommaso Zorzi avrebbe dovuto cercare il confronto con Giorgia Meloni davanti alle telecamere così da poter portare il dibattito pubblico sul tema diritti umani sul palco di uno show molto seguito.

A queste critiche l’influencer ha sempre risposto che un mancato confronto con la Meloni è stato motivato dal non voler ridurre ad un “pollaio” il dibattito su una questione così importante e in un programma televisivo, il Maurizio Costanzo Show, che è considerato un’istituzione.

La risposta di Tommaso Zorzi alla comunità

18:15 – La comunità LGBTQ+ prende le distanze da Tommaso Zorzi

Dopo la polemica riaccesasi in questi giorni per il probabile ruolo di Tommaso Zorzi a Drag Race Italia, il conduttore de Il Punto Z ha deciso oggi di rispondere agli attacchi, spesso offensivi ed aggressivi che si sono manifestati soprattutto su Twitter.


Potrebbe interessarti: GF Vip, Urtis nel letto di Zorzi: scherzo sgradito da Tommy

Tommaso ha postato delle stories su Instagram in cui esprime le proprie ragioni:

“A me dispiace e mi ferisce molto quando vengo attaccato in maniera anche, forse la più feroce di tutte, dalla stessa comunità LGBT.

Mi rendo conto che c’è una piccola parte di questa comunità alla quale io non piaccio e questa cosa mi dispiace, sicuramente nella mia vita ho sbagliato, ma questo non cancella tutto quello che io faccio da anni per sostenere la comunità LGBT, a partire dai sostentamenti economici che rivolgo specialmente ogni anno nei confronti un’associazione, una linea di sex toys che ho fatto a supporto, difesa e prevenzione del virus dell’HIV che purtroppo, a livello di reputazione, colpisce molto la comunità LGBT anche se numericamente colpisce più gli etero, ma ne facciamo le spese noi, e tante altre cose.

Mi dispiace quando tutto questo viene cancellato e si attaccano a un paio di episodi tanto per andarmi contro. Questo mi dispiace.”

Infine Tommaso rivolge una critica alla comunità che sostiene e supporta in maniera consistente e con gesti molto importanti:

“Una cosa che ho sempre rimproverato alla mia comunità è quella di non essere mai riuscita a essere una comunità unita, è sempre stata una comunità molto frastagliata e credo che questo negli anni ci abbia portato ad avere accesso a meno privilegi, a meno diritti di quelli che ci meritiamo e di quelli che sarebbe giusto e normale avere.

Però sono confident che ce la faremo.”

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica