Azzurre a Tokyo 2020

Una nuova fiction sulla vita di Raffaella Carrà

Dopo la scomparsa di una poliedrica artista quale è stata Raffaella Carrà, si sta pensando a una vera e propria fiction dedicata alla vita e alla carriera della “regina della televisione italiana”.

Raffaella-carra-2

Raffaella Carrà è sempre stata motivo di tante attenzioni e parole sul suo conto. Ora che la grande e amata artista è scomparsa, all’età di 78 anni, si torna a parlare di quanto lei abbia, effettivamente, lasciato un indelebile segno.

In questi ultimi giorni il nome di Raffaella Carrà è risuonato ovunque. Dopo la notizia della sua morte, avvenuta il 5 luglio 2021, in tantissimi hanno scelto di ricordarla, con dediche, parole di amore e stima, ricordi vari.

Poi, i saluti e gli omaggi anche in occasione degli Europei, segnati – anche – dalla triste scomparsa di un’icona di origine italiana ma di fama mondiale. Infatti, uno dei brani cardine della carriera della Carrà è stato inserito nella playlist del riscaldamento delle semifinali. Lo stesso brano ‘A far l’amore comincia tu’ è poi risuonato in un sentito coro nello stadio di Wembley a Londra. Subito dopo la vittoria degli Azzurri, è partito nello stadio di Londra un coro per sfogare la bella emozione e al contempo omaggiare la Carrà.


Leggi anche: Raffaella Carrà, la morte e l’addio: da Barbara D’Urso e Mara Venier

Non è facile “salutare” un personaggio tanto importante da più punti di vista. Per questo motivo, la Rai sta mandando in onda interi speciali dedicati all’artista. Si vocifera anche una messa in onda delle puntate più importanti di Carramba che sorpresa, forse in onda per tutta l’estate.

Una futura serie su Raffaella Carrà?

carra

Giancarlo Leone, ex dirigente Rai e attuale presidente di APA (Associazione Produttori Audiovisivi), ha spiegato quanto una serie incentrata sul personaggio di Raffaella Carrà possa effettivamente essere una possibile, futura, realtà:

Ora è il momento del dolore ma sicuramente, in un prossimo futuro, i produttori italiani cercheranno di raccontare la grande storia professionale e umana di Raffaella: credo che presto ce lo chiederanno anche partner stranieri dalla Spagna e dall’Argentina dove, come è noto, Raffaella è amatissima.

Al summit mondiale dei produttori dell’audiovisivo a Matera, Giancarlo Leone ha detto:

Sicuramente la Rai avrà tutta la voglia di raccontare l’epopea di Raffaella perché è stata l’emblema della migliore produzione del servizio pubblico per diversi decenni. La cosa più difficile, in una simile ipotesi, sarà trovare qualcuno in grado di interpretare Raffaella. Quella più facile sarà la colonna sonora, assicurata dalle sue tantissime hit, molte delle quali nate proprio come sigle dei programmi Rai.