Vittorio Brumotti aggredito: “Ho temuto il peggio”

21/02/2021

Vittorio Brumotti è uno degli inviati storici di Striscia La Notizia ormai da diversi anni; aggredito e schiaffeggiato diverse volte, il rider continua la sua lotta contro lo spaccio e la droga. Durante le riprese per un servizio a Brescia è stato vittima di un episodio molto violento “il più violento di sempre”, ha commentato.

Foto-Vittorio-Brumotti-Striscia

Striscia La Notizia è un programma che, tra luci e ombre, indaga da anni su diversi tipi di frode e casi di spaccio e spreco di fondi pubblici; tra i diversi inviati, Vittorio Burmotti e la sua bici, è sicuramente uno dei volti più conosciuti.

Diverse volte l’inviato è stato aggredito fisicamente e verbalmente, senza però mai mollare, Brumotti ha continuato la sua lotta contro la delinquenza; uno dei temi sui quali è molto attivo, è sicuramente quello dello spaccio incontrollato.

Nelle ultime ore è stato vittima, insieme alla sua troupe, di un’aggressione particolarmente violenta, la più violenta di sempre che gli ha fatto temere il peggio:


Leggi anche: Striscia la notizia: nuove minacce di morte a Brumotti

“È l’aggressione più violenta che abbia mai subito. Ho temuto il peggio, ma questo non mi scoraggia ad andare avanti nella battaglia per liberare le piazze d’Italia dalla droga”

L’aggressione più violenta di sempre

vittorio-brumotti-433833.660×368

Il TG Satirico di Antonio Ricci, da oltre trent’anni, indaga su diversi tipi di illeciti e i suoi inviati sono personalità molto forti che non temono le aggressioni e la violenza.

Brumotti però nelle scorse ore ha temuto il peggio, in via Rizzo a Brescia è stato colpito da sputi, calci e pugni, al limite dell’umano; il servizio andrà in onda la settimana prossima per Striscia La Notizia.

L’inviato ha intenzione di tenere d’occhio la situazione, soprattutto se tali criminali, presi in custodia dalle Forze Dell’ordine che sono intervenute per sedare l’aggressione, dovessero tornare in libertà alle loro attività ordinarie.

Per fortuna né Brumotti né gli addetti alle riprese coinvolti nell’atto violenza hanno riportato gravi ferite. 

Vito Girelli
Suggerisci una modifica