Azzurre a Tokyo 2020

William e Harry celebrano Lady Diana

01/07/2021

Oggi, 1 luglio, sarà inaugurata nei giardini di Kensington Palace la statua in onore di Lady Diana, nata 60 anni fa. Saranno presenti i due fratelli, William e Harry, faccia a faccia dopo molte tensioni. Alcuni esperti reali sostengono che la principessa avrebbe visto meglio il figlio più piccolo e ribelle, Harry, nel ruolo di re, rispetto all’erede William, più posato, ma meno carismatico. 

lady-diana-fratello-principessa-critica-bbc-famosa-intervista-1995-v3-480248-1280×720

Oggi, in occasione del sessantesimo anniversario della nascita di Lady Diana, William e Harry inaugureranno una statua nei giardini di Kensington dedicata alla madre.

Per loro sarà un importante banco di prova dopo le tensioni e le incomprensioni degli ultimi due anni, dalla Megxit all’intervista scandalo a Oprah Winfrey dei duchi di Sussex.

Lady Diana vedeva meglio Harry come re

prince-harry-vax-live-t


Leggi anche: William e Harry uniti per Lady Diana: una statua in suo ricordo

A quanto si dice, dopo molto discutere, i due saranno da soli alla cerimonia. Il padre Carlo, erede al trono, è in Scozia con la regina.

Non saranno presenti nemmeno le due mogli, né Kate, futura regina, né Meghan, rimasta in California dopo il parto di un mese fa circa.

Nel frattempo sui tabloid britannici sono state riprese alcune indiscrezioni legate a Lady D. che negli ultimi anni hanno fatto più discutere.

Il biografo Robert Jobson, ad esempio, è tornato sull’affettuoso soprannome con cui Diana si mormora chiamasse il secondogenito: GKH, cioè «Good King Harry».

La prima a parlarne è stata l’autrice Angela Levin, nel 2019, che ha spiegato che la principessa utilizzava quel nomignolo per il figlio più piccolo perché lo vedeva più adatto di William al ruolo di re.

“Pensava che Harry riuscisse meglio del fratello a gestire la pressione e farsi amare dal pubblico”.

Il giornalista Jeremy Paxman ha rincarato la dose. Infatti, qualche tempo fa, Paxman ha spiegato che William si sfogava spesso contro la madre.

Un giorno, davanti anche ad altre persone, le avrebbe urlato che sognava di diventare un campione e non voleva assolutamente fare il re.


Potrebbe interessarti: William e Harry: la Regina Elisabetta spinge per la pace

A quel punto Harry provava a consolare il fratello dicendogli che poteva concentrarsi sullo sport, tanto al trono ci avrebbe pensato lui, ha concluso il giornalista.

William e Harry: la sindrome della ruota di scorta

harry-e-william-cammineranno-separati-funerale-principe-filippo-1618566204

In realtà, per questioni ereditarie, sappiamo che Harry, sesto in linea di successione, non avrebbe certo potuto diventare re in ogni caso.

Tuttavia, non è escluso che situazioni del genere abbiano continuato ad alimentare in lui la cosiddetta sindrome della ruota di scorta, tipica dei fratelli minori (soprattutto di sangue blu).

Quando stava con William e Kate, si sentiva il terzo incomodo, un po’ fuori posto, ha sottolineato la royal editor Katie Nicholl.

L’incontro con Meghan gli avrebbe dato “tanta sicurezza”.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica