Yahoo Answers: chiude dopo 15 anni

07/04/2021

Yahoo Answers è la piattaforma più famosa e longeva di domande e risposte di tutti i tempi; a causa di una qualità sempre calante del servizio e di obiettivi aziendali, il sito chiuderà ufficialmente il prossimo 4 Maggio. Ecco i motivi del perché questa piattaforma chiuderà e in che modo avverrà la chiusura definitiva.

download (1)

Chi di voi non ha mai pensato di cercare qualcosa su Yahoo, soprattutto nei primi anni di navigazione selvaggia sul web? Almeno il 100 percento di chi sta leggendo.

Yahoo Answers, nata nel 2005, è la piattaforma di domande e risposte più famosa di sempre; nata con lo scopo di fornire uno spazio dove gli utenti potessero scambiarsi informazioni e pareri, con il corso del tempo si è trasformato in un tempio di episodi imbarazzanti diventati poi virali.

È proprio il calo della qualità del servizio che ha portato gli sviluppatori e il team di Yahoo a chiudere il sito il prossimo 4 maggio:


Leggi anche: Uomini e Donne: Roberta e Riccardo amore al capolinea?

“È stata disattesa la promessa di Yahoo di fornire contenuti di qualità e affidabili”.

Ultimi venti giorni di Yahoo Answers

Yahoo

Questi sono gli ultimi venti giorni per consultare il sito, senza però poter inserire domande o rispondere a domande esistenti. L’importanza di questo tipo di piattaforme è decisamente sottovalutata.

Ad oggi il mondo dei social e degli influencer, blasonato e demonizzato allo stesso tempo, e spesso nella stessa frase, nasce proprio da un concetto che i creatori di Yahoo answers avevano colto anzitempo: la gente normale si fida dei pareri della gente che ritiene normale.

Come se l’utente medio avesse sviluppato, anni prima della nascita di Facebook o Instagram, una sorta di insofferenza per le notizie da canali ufficiali e si fidasse molto di più di un commento su Yahoo.

Ad oggi non muoviamo un passo verso un ristorante se prima le recensioni non superano almeno le quattro stelle, figuriamoci un novello navigatore del web nei primi anni duemila.

Un pezzo di storia di internet e, inevitabilmente, della nostra generazione va via; gli ultimi giorni per cercare le domande e risposte più bizzarre mai fatte negli ultimi sedici anni.

 

Vito Girelli
Suggerisci una modifica