Netflix, Kanye West la nuova la serie tv

09/04/2021

Netflix sta puntando sempre più su una produzione quasi del tutto originale; tra le nuove proposte per i suoi abbonati è in arrivo anche una serie tv, in stile documentario, su una pop star dai connotati molto particolari e controversi. Scopriamo insieme di chi stiamo parlando e quanto ha incassato il cantante coinvolto in questo interessante progetto.

Netflix

Vincere in un mercato sempre più saturo e ricco di richiesta ed offerta non è per niente facile ma Netflix non si fa sfuggire nessun tipo di occasione; in un periodo in cui sta massificando in maniera considerevole la produzione di titoli originali, arriva anche la notizia che in molti aspettavano.

Netflix ha acquistato per 30 milioni i diritti per la realizzazione di una docu-serie sul controverso rapper e star mondiale: Kanye West.

Ripercorrendo non solo i successi, ma anche i numerosi momenti di buio di questa star, Netflix metterà in scena una serie molto interessante, approfondendo anche lati intimi e personali del cantante.


Leggi anche: Kanye West contro uno stagista: denuncia da 500 mila dollari

Il materiale è stato raccolto da due ex collaboratori artistici di Kanye: il noto film-maker Clarence “Coodie” Simmons e Chike Ozah.

Kanye West: docu-serie originale sulla sua vita

GettyImages-1076421056

La vita di un cantante così, vincitore di 22 grammy’s, non è tutta luci e popolarità, ma nasconde anche alcuni angoli oscuri che l’hanno particolarmente indebolito ed esposto a pericoli di salute, fisica e mentale.

In questo documentario si parlerà di alcune vicende sul suo divorzio con Kim Kardashian, sino alla sua recente candidatura come presidente degli Stati Uniti d’America, ricevendo solamente 60mila voti, nonostante abbia avuto un mental breakdown proprio durante un comizio importante.

La morte della madre, evento fondamentale e traumatico della sua vita, sarà anche uno dei temi affrontati ampiamente. La data di pubblicazione non è stata ancora resa nota ma, secondo i bene informati, potrebbe vedere la luce entro la fine del 2021 o gli inizi del 2022.

Vito Girelli
Suggerisci una modifica