Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design

Vi siete persi la Fashion Week? Avreste voluto vivere l’evento in prima fila? State pensando di partecipare, il prossimo anno, per avvistare i vostri vip preferiti? Ecco la seconda parte della nostra miniguida alla settimana della moda, raccontata da una delle nostre blogger inviare a Milano per interviste d’assalto e video-reportage! 

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Dove eravamo rimaste? Ah sì, alla sfilata di Missoni! come già detto nel precedente articolo, il brand ha scelto di far sfilare. suoi modelli alla Bocconi, regalando un grande spettacolo a tutta la città che, da alcune vetrate, ha potuto assistere all’evento.

Attente come sempre, abbiamo subito notato, al contrario di molti altri, l’arrivo di Marco Fantini in moto e quello della bellissima Paola di Benedetto, a cui ho strappato una foto e qualche complimento sul trucco (che onore!).

La sfilata, come già dettio, era visibile da un lato dell’Università, spazio che però era stato già completamente occupato da chi non era stato impegnato fino ad allora a intervistare e fotografare, come noi.

Come tutte le altre, però, anche questa era disponibile in diretta sul profilo social del brand; seguendola è stato anche possibile capire quando gli invitati stavano per uscire e piazzarci così, di nuovo, nei punti più strategici.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Sapevamo che la sfilata di Gucci, invece, sarebbe stata quasi accessibile; il gossip, però, non si ferma ma e così, qualche fermata di metro dopo e a digiuno (mangiare sembrava una perdita di tempo in quel momento) abbiamo tentato di beccare qualcuno fuori dall’edificio scelto da Alessandro Michele per il suo fashion show.

Il fallimento sembrava totale visto che nessuno era stato immortalato dai nostri smartphone ma, ancora una volta, quell’episodio ci ha dato una lezione. I marchi più famosi tendono a organizzare sfilate e presentazioni in zone poco centrali e, soprattutto, cui è possibile accedere in auto; non so nemmeno quanti van con i vetri oscurati e quante auto impenetrabili abbiamo visto entrare nei cancelli del numero 79 di Via Mecenate.

In questo modo il brand garantisce ai suoi ospiti tranquillità e anonimato, cosa che in molti sembrano prediligere. La lezione ci è servita anche fuori dallo show di Versace, in cui abbiamo atteso a lungo ma senza risultati.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Venerdì 23, forse deluse per il giorno precedente, non eravamo troppo felici di rimetterci in marcia. Il tempo era pessimo e il freddo si cominciava a far sentire; il lavoro, però, non poteva attendere.

Dopo una veloce tappa da Primark, dove siamo state costrette a fermarmi per comprare giubbotti pesanti e cappelli, abbiamo raggiunto Via Montenapoleone, dove ICEBERG ci aveva invitato a visitare il suo show room.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Ci è stata presentata la nuova collezione del brand, piena di colori e stampe, e ci è stata raccontata la storia dietro al nuovo profumo maschile; in tutta Milano, intanto, si attendeva l’arrivo di Kim Kardashian, che ha collaborato con Dolce e Gabbana per la nuova collezione.

Prima di cercare di essere inutilmente di parte ve lo dico: quei due sono i miei stilisti preferiti in assoluto e quindi non potevo che essere eccitata all’idea di vedere anche solo un pezzetto della loro sfilata; Domenico e Stefano, però, mi hanno fatto realizzare un sogno.

La location scelta era il Metropol, uno spazio espositivo fatto diventare una sorta di cinema, incastrato tra la tramvia e tanti palazzi storici. Abbiamo capito subito che si trattava qualcosa di grande perchè, nonostante l’anticipo con cui siamo arrivate, la pioggia ed il freddo, c’erano centinaia di persone a cercare di scorgere la più famosa della Kardashian.

Ancora prima di arrivare sul posto, a richiamarci è stata una musica piacevole e una volta arrivate, dopo esserci fatte largo tra la folla, abbiamo potuto godere del genio dei due stilisti.

In quanto la collezione era un vero e proprio omaggio a La Dolce Vita, per l’occasione il brand ha riempito la location di cineprese, microfoni con asta, macchine del fumo e persino un regista con un megafono vintage, che non perdeva occasione di incitare il pubblico.

Stefano e Domenico, poi, hanno deciso di far uscire le modelle nell’atrio della location, permettendo a tutti di godere della bellezza delle loro creazioni con solo le porte a vetro a separare il pubblico. Il nostro consiglio, insomma, è quello di non darsi per vinti, neanche con 5 gradi e la pioggia milanese su di voi.

Felici e appagate, dopo un veloce pranzo ci siamo spostate in Piazza Valori, dove davanti a Love, il dito medio di Cattelan, Lorenzo Serafini ha dato vita allo show targato Philosophy. Anche se in ritardo, siamo arrivate in tempo per scattare qualche foto alle bellissime Valentina Ferragni, Veronica Ferraro, Ginevra Mavilla e Giulia De Lellis.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Domenica, ultima giornata di questo pazzo viaggio che abbiamo intrapreso, ci siamo concesse una bella colazione al bar e poi siamo ripartite verso il teatro lirico Giorgio Gaber, scelto da Ferrari come location per la propria sfilata. Devo ammettere che non eravamo certe degli ospiti ma quando abbiamo sentito che ci sarebbe stato Carlos Sainz, siamo partite con il piano d’attacco.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Abbiamo subito individuato le uscite secondarie e ci siamo piazzate lì, certe che un personaggio del suo calibro non sarebbe entrato dall’ingresso principale. La strategia messa in atto ha portato ottimi risultati e oltre a lui abbiamo beccato anche altri personaggi conosciuti, come la modella Maria Carla Boscono.

Da Armani, invece, siamo riuscite a farci logo tra la folla e a beccare Michelle Hunziker e Belen Rodriguez, che all’uscita dalla sfilata si sono concesse una lunga passeggiata tra la folla, Alessandra Ambrosio, Rocio Morales e persino Irina Shayk e CateBlanchett, entrambe testimonial del brand!

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

L’ultima tappa è stata da Elisabetta Franchi, dove eravamo certe che avremmo incontrato Elisabetta Gregoraci, fedele cliente della stilista bolognese. Qui, in prima fila come sempre, abbiamo di nuovo fatto amicizia con i bodyguard, cosa che, ve lo prometto, vi garantirà una certa “protezione”.

Questi ragazzi, infatti, passano ore in piedi accogliendo i vip e fare quattro chiacchiere con qualcuno non gli fa altro che piacere. In alcuni casi, addirittura, sono stati loro ad indicarci le postazioni migliori in cui posizionarsi o a rivelarci gli ospiti che avrebbero preso parte alla sfilata.

Fashion Week Milano: trucchi e consigli, parte 2

Nel nostro caso hanno capito che stavamo lavorando e in più di una occasione hanno chiuso un occhio (come quando eravamo un passo più avanti del dovuto) e ci hanno “difeso” da chi cercava di piazzarsi davanti alla nostra telecamera!

Le stories dei vari personaggi che seguiamo sui social, poi, ci hanno dato più di una volta dritte su chi era presente all’evento quindi vi consigliamo, prima di partire per la settimana della moda, di seguire con attenzione tutti coloro che vi interessa incontrare; se sarete fortunati e farete loro qualche bello scatto, potrebbero anche ripostarvi!

Di sicuro abbiamo ancora tanto da imparare ma, intanto, possiamo già darvi l’ultimo consiglio: per quanto riguarda la Fashion Week non ci sono delle vere e proprie regole, se non quella di divertirsi!