Harry e Meghan, proposta choc: coltiveranno cannabis?

26/08/2020

Secondo l’”Express” i duchi di Sussex, Harry e Meghan, sarebbero stati contattati da un noto magnate greco che produce cannabis per entrare in società con lui. Il terreno della loro mega-villa di Santa Barbara, infatti, sarebbe particolarmente favorevole per la coltivazione della pianta della canapa, da cui si ricava la marijuana.

harry-meghan-matrimonio-reale

Harry e Meghan coltivatori di cannabis? Nella loro nuova vita in cui hanno rinunciato ai titoli reali in nome di una maggiore libertà e autonomia, sarebbe indubbiamente una svolta inedita e decisamente fuori dagli schemi.

Ma com’è che il loro nome è stato associato, in qualche modo, alla marijuana?

Harry e Meghan: richiesta “folle” di un magnate greco

alkidavid1305a


Leggi anche: Harry e Meghan: una donazione speciale per i bambini

Secondo quanto riporta l’“Express”, sarebbe stato il magnate greco Alkiviades “Alki” David a proporre ai duchi di Sussex di coltivare “erba” nella loro nuova mega-villa di Santa Barbara.

Alki David appartiene al Gruppo Leventis-David, che detiene la quota di maggioranza negli impianti di imbottigliamento della Coca-Cola.

Lo scorso anno David è balzato agli onori della cronaca in quanto è stato arrestato per il possesso di 5.000 piante di cannabis trovate a bordo del suo jet privato mentre stava per ripartire dall’isola caraibica di Saint Kitts, dove si era recato con il suo socio d’affari e con il famoso attore irlandese Jonathan Rhys Meyers.

Il Paperone ellenico, di recente, avrebbe inviato una proposta business, ben dettagliata, alla coppia, sperando che anche loro rientrino nel progetto da lui portato avanti e in forte crescita a livello locale.

villa h & m

Anche se Santa Barbara rappresenta solo l’1,8% di tutto il territorio della California, nel 2019 è stato rilasciato lì il 35% delle licenze statali di coltivazione della canapa. Il motivo è presto detto. Ed è lo stesso per cui il nababbo avrebbe messo gli occhi proprio sulla nuova magione di super lusso di Harry e Meghan.

La loro tenuta di 5 acri e mezzo a Montecito, Santa Barbara, da oltre 11 milioni di sterline, si trova su un terreno che presenta caratteristiche ideali per coltivare cannabis, come ha spiegato David all’“Express”.


Potrebbe interessarti: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba

Per i duchi di Sussex si tratterebbe di una “opportunità d’oro”, come l’ha definita il magnate, tale da fruttare loro quasi 3 milioni di sterline all’anno. Tra i partner che hanno già stretto accordi con Alki ci sarebbe anche l’ex pugile Mike Tyson.

Harry: seme di cannabis terapeutico in suo onore

Harry Zoom INvictus

Intanto l’azienda di Alki si sarebbe portata avanti e avrebbe creato un seme particolare in onore al reale inglese, chiamato per l’appunto “Principe Harry” e sviluppato per essere un antidolorifico. Proprio in virtù dei benefici terapeutici della cannabis, sempre più studiati e riconosciuti negli ultimi anni, il milionario ellenico spererebbe in un sì da parte di Harry e Meghan.

In casa Markle, a dirla tutta, ci sarebbe un precedente. Il nipote di Meghan, Tyler Dolley, è diventato famoso e si è arricchito grazie alla produzione di marijuana in Oregon, dove la sostanza è legale. Pare che alcuni anni fa il giovane abbia creato addirittura una speciale varietà in onore della zia, la “Markle Sparkle”. Meghan all’epoca era già a corte come fidanzata di Harry e l’imbarazzo non fu certo poco.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica