Lucio Presta indagato con Matteo Renzi per finanziamento illecito: caso politico?

I rapporti tra Renzi, ex premier e leader di Italia Viva, e Lucio Presta, il noto agente televisivo, sono finiti sotto la lente d’ingrandimento della polizia che ha ritenuto opportuno indagare aprendo un’inchiesta. Attacco “politico”?

Presta-e1567420982813

La procura ha così inscritto Matteo Renzi e Lucio Presta nel registro degli indagati con la presunta accusa di finanziamento illecito.

Durante gli scorsi giorni la Finanza ha effettuato una perquisizione a casa dei due Presta (padre e figlio), sequestrando documenti che forse potranno essere utili per le indagini.

Tutto  nasce con “Firenze secondo me”, documentario che Matteo Renzi, con Arcobaleno 3 la casa di produzione della famiglia Presta, aveva realizzato: andato in onda su Discovery Channel, il documentario aveva ottenuto solo il 2% di share, dato non esaltante.
Secondo le indagini, per Arcobaleno 3, il documentario era stato un vero disastro in termini economici: la casa avrebbe ottenuto solo 20 mila euro da Discovery, mentre Matteo Renzi avrebbe intascato un pagamento da 454 mila euro (fonte repubblica.it).

Le indiscrezioni in questi casi sono molte e, diverse fonti, credono si tratti di un attacco politico orchestrato da qualcuno: Matteo Renzi avrebbe dichiarato “Certi segnali non mi spaventano”