Paola Turani: attaccata dai novax

18/10/2021

In questi giorni Paola Turani e suo marito Riccardo Serpellini sono diventati genitori del piccolo Enea Francesco. Nelle sue Instagram stories, la modella ha raccontato della sua scelta di vaccinarsi nei prossimi giorni, ma alcuni utenti novax hanno risposto alle sue stories cercando di dissuaderla, senza però riuscirvi. Paola Turani ha ricondiviso i messaggi insieme alla sua risposta.

PT

Durante la gravidanza Paola Turani aveva già parlato di come aveva deciso di muoversi in fatto di vaccino anticovid. La modella aveva più volte spiegato che avrebbe atteso di partorire per poi prenotarsi appena dopo la nascita di suo figlio, decisione che ha confermato anche nelle scorse ore rispondendo a delle domande dal suo profilo Instagram.

In poco tempo Paola Turani è stata bersagliata da messaggi di utenti novax che hanno cercato di dissuaderla nel sottoporsi alla somministrazione del vaccino. La neomamma ha poi ricondiviso nelle stories i messaggi novax ricevuti in privato per poi aggiungere la sua risposta.


Leggi anche: Vieni da me: Paola Lezzi si confessa a Caterina Balivo

Il vaccino a novembre

In una box domande nelle sue Instagram stories, Paola Turani ha ricevuto una domanda sul vaccino in gravidanza.

L’utente chiedeva se fosse meglio vaccinarsi prima o dopo il parto, e a questa domanda la modella ha risposto con la propria esperienza, sottolineando che la cosa più importante da fare fosse prima di tutto consultare un medico per prendere decisioni al riguardo.

Paola Turani ha infatti spiegato come nei primi tempi in cui era incinta ci fossero ancora molte voci discordanti riguardo la somministrazione del vaccino in gravidanza, quindi la sua scelta era stata di aspettare la nascita di suo figlio per poi procedere con la prenotazione della prima dose:

“Non sono nessuno per consigliarvi cosa fare, quindi affidatevi sempre al vostro medico, a dei professionisti.

Come già detto, avevo deciso di non vaccinarmi durante la gravidanza perché mesi fa c’era ancora una grande confusione, non mi sentivo sicura e avevo deciso di posticipare a dopo il parto, quindi adesso dovrò prenotare e farò la prima dose entro la fine di novembre, se non prima.”

I messaggi novax e la risposta di Paola Turani

Dopo aver spiegato che a breve prenoterà la prima dose del vaccino, una serie di messaggi novax sono stati inviati in risposta alle sue stories: messaggi con nozioni prive di fondamento scientifico e che in alcuni casi supponevano un rischio di morte per la donna.


Potrebbe interessarti: Grande Fratello Paola Di Benedetto umiliata da Matteo Gentili

“Assurdo leggere messaggi così! Non potete contare fino a 10 prima di inviare il messaggio?“, con queste parole Paola Turani ha commentato i messaggi novax che le sono arrivati, sottolineando come fossero tutti basati su informazioni sbagliate.

Paola Turani ha quindi prontamente condannato le parole dei novax ricevute privatamente sui social, smentendo in maniera assoluta le informazioni inviatele da tali utenti negazionisti in messaggi totalmente privi di fondamento scientifico.

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica