Partita del cuore: dimissioni dopo lo scandalo

25/05/2021

Aurora Leone, componente dei The Jackal, inizialmente convocata per giocare la Partita del Cuore di questa sera, è stata esclusa dalla competizione di beneficienza perché donna. Il fatto denunciato sui social dalla diretta interessata ha comportato l’appoggio dei compagni di squadra e le dimissioni del direttore generale.

18:15 – Aurora Leone esclusa dalla partita del cuore perché donna: calciatori si rifiutano di giocare, si dimette il presidente

Un fatto sconcertate quello denunciato ieri sera sui social da Aurora Leone e Ciro Priello dei The Jackal. Entrambi erano convocati ufficialmente tra i Campioni della Ricerca per la Partita del Cuore di questa sera, Aurora Leone però, è stata cacciata malamente dal Direttore Generale della Nazionale Italiana Cantanti Gian Luca Pecchini durante la cena della vigilia perché donna.

I due componenti dei The Jackal hanno raccontato tutto dal profilo Instagram di Aurora e in pochissimo tempo è arrivato il sostegno da moltissimi personaggi del mondo dello spettacolo.

In seguito ai fatti verificatisi alla cena di ieri sera, Eros Ramazzotti ha deciso di non scendere in campo per la partita benefica di oggi, e da poche ore è arrivata la notizia delle dimissioni di Gian Luca Pecchini dal suo incarico per la Nazionale Cantanti.


Leggi anche: Aurora Leone esclusa dalla Partita del Cuore: lo scandalo

L’episodio di machismo raccontato da Aurora e Ciro

18:15 – Aurora Leone esclusa dalla partita del cuore perché donna: calciatori si rifiutano di giocare, si dimette il presidente

 

Un fatto a dir poco medievale che ha visto Aurora Leone dei The Jackal rimanere vittima del più becero machismo nel più impensabile dei contesti in cui potrebbe verificarsi una tale sopraffazione: la Partita del Cuore.

L’episodio, denunciato sui social dalla stessa Aurora e da Ciro Priello, si è verificato ieri sera durante la cena della vigilia della partita a scopo benefico di oggi: Ciro e Aurora, entrambi componenti dei The Jackal, erano stati ufficialmente convocati, con tanto di divisa, nella squadra Campioni della Ricerca, che sfiderà stasera la Nazionale Italiana Cantanti per raccogliere fondi da destinare alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul cancro.

Durante la cena il direttore generale della Nazionale Italiana Cantanti Gianluca Pecchini si è avvicinato ad Aurora Leone invitandola a lasciare la cena perché “le donne non possono sedere al tavolo delle squadre”.

Alla richiesta di Pecchini di lasciare il tavolo, rivolta soltanto ad Aurora e non a Ciro, i due hanno risposto che la comica non era un’accompagnatrice ma una giocatrice convocata come tutti gli altri seduti a tavola. A questo punto Pecchini ha alzato i toni rispondendo: “Non farmi spiegare perché non puoi stare seduta qui, tu non puoi e basta”.


Potrebbe interessarti: Aurora Ramazzotti: tante difficoltà e l’amore per Goffredo

A quel punto i due attori si sono seduti ad un altro tavolo, credendo che il problema fosse che si erano seduti con il gruppo dei cantanti, quindi della squadra avversaria. Poco dopo, il direttore generale li ha raggiunti ripetendo lo sconcertante motivo per cui Aurora Leone non doveva stare con i giocatori, ovvero che era donna.

Spiegando di essere stata convocata e di aver fornito le proprie misure per la realizzazione del completino, la risposta di Pecchini si è fatta ancora più pesante: “Il completino te lo puoi pure mettere in tribuna, che c’entra. Le donne non giocano. Queste sono le nostre regole e se non volete rispettarle uscite di qua”.

Cacciati dalla cena e dall’hotel in cui erano stati ospitati, Aurora e Ciro hanno anche spiegato di aver ricevuto le scuse degli altri giocatori che si sono accorti del fatto soltanto nel momento in cui i due comici hanno lasciato la cena.

Il sostegno di Eros Ramazzotti e degli altri giocatori

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eros Ramazzotti (@ramazzotti_eros)

L’episodio ha lasciato sconcertati molti dei presenti alla cena. Su tutti, Eros Ramazzotti che ha deciso di non giocare la Partita del Cuore di questa sera, schierandosi totalmente a sostegno di Aurora Leone e spiegando dai suoi social che contribuirà in forma privata alla devoluzione di una somma di denaro per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul cancro.

Questa mattina anche Andrea Mariano dei Negramaro ha annunciato di non giocare qualora non arrivino le scuse ufficiali da parte della Nazionale Cantanti, seguito da Alberto Guidetti de Lo Stato Sociale.

Le dimissioni del direttore generale

Le scuse arrivano questo pomeriggio proprio da Gian Luca Pecchini, con un comunicato ufficiale diramato dai canali social della Nazionale Italiana Cantanti:

“La Nazionale Italiana Cantanti è amareggiata profondamente e si scusa di quanto accaduto ieri sera durante la cena ad Aurora Leone.

La nostra è una storia di 40 anni di inclusione e di solidarietà, periodo nel quale siamo sempre stati in prima linea a sostenere i deboli e i diritti di tutti.

Oggi a Torino si gioca una partita importante, ogni 100000 euro in meno raccolti sono 15 diagnosi in meno e 15 potenziali morti in più.

Siamo profondamente addolorati di questo grande equivoco in quanto in 40 anni non ci siamo mai trovati a dover gestire una simile situazione.

Per tutte queste motivazioni, io Gian Luca Pecchini, dirigente della Nic, mi assumo la responsabilità di quello che è accaduto dimettendomi dal mio incarico in attesa di parlare personalmente con Aurora Leone.

Ci tengo però a sottolineare, a scanso di equivoci, che nessun artista si è reso conto dell’episodio in questione; i presenti si sono accorti di quello che stava accadendo nel momento in cui Aurora e Ciro si sono alzati per andarsene via.

Gian Luca Pecchini

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica