Allenare la mente dei bambini con i videogiochi

I videogiochi possono aiutare il cervello dei bambini

Molte mamme sono convinte che l’uso dei videogiochi sia una perdita di tempo per i nostri bambini e che possa addirittura fare male.
Dopo tanti anni, finalmente, questa convinzione sembra essere stata smentita da uno studio universitario: grazie alla ricerca svolta dell’Università del Michigan (Stati Uniti) la scienza ha dimostrato come l’uso di alcuni alcuni giochi possa aiutare il cervello dei nostri bambini a crescere, ad aumentare le capacità di risoluzione dei problemi e ad allenare la loro mente a svolgere più velocemente le funzioni di elaborazione.
Ovviamente non stiamo parlando di tutti i giochi presenti in commercio per le console, ma in particolar modo dei così detti Brain Games, quei giochi definiti di Logica capaci di mettere alla prova le abilità della loro mente: calcoli, rebus, combinazioni, puzzle sono solo alcuni degli esercizi ai quali viene sottoposta la loro mente durante l’uso di questi videogames.

La ricerca, che è stata effettuata su un campione di bambini tra gli 8 e i 9 anni di età, si è svolto suddividendo i ragazzi in gruppi sottoponendoli a 15 minuti al giorno di esercizi con i Brain Games: i risultati ottenuti hanno evidenziato come, almeno per una volta, i videogiochi possano essere una risorsa anche per noi genitori e non solo motivo di discussione in famiglia.

Foto via wittyprmtworld.blogspot.com

 

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter