Carenza vitamina D nei bambini: cura e sintomi

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Gossip, Moda e Design

La vitamina D si acquisisce attraverso l’alimentazione, ma anche l’esposizione solare, che contribuisce in modo significativo alla sua produzione giornaliera. Questa importantissima vitamina non soltanto promuove la formazione ossea, ma regola la funzione immunitaria, il metabolismo del calcio e del fosforo, il sistema nervoso ed è coinvolta nella regolazione del battito cardiaco. 

Carenza vitamina D nei bambini: cura e sintomi

Nei bambini da 1 a 3 anni si consiglia un apporto di vitamina D non inferiore a 10 µg/die, in quelli oltre i 3 anni e negli adolescenti si consiglia un’assunzione di 10 – 15 µg/die.

Spesso, però, tale elemento può scarseggiare. La carenza di vitamina D compromette la mineralizzazione delle ossa e nei bambini causando il rachitismo (negli adulti favorisce l’osteoporosi e l’osteomalcia).

Le ossa in crescita, così, si deformano sotto il carico del peso corporeo, le gambe diventano storte, la cassa toracica incavata (a livello dello sterno) e anche il viso subisce una deformazione.

Rimedi carenza di vitamina D nei bambini

Carenza vitamina D nei bambini: cura e sintomi

La cosa migliore è avviare il bambino sin dai primi giorni di vita alla vita all’aria aperta ed esporlo regolarmente al sole per favorire la sintesi cutanea della vitamina D (anche nei mesi invernali).

In genere i bambini che vivono al Nord Italia necessitano di un’integrazione di vitamina D, da stabilire assieme al proprio pediatra.

Quali alimenti contengono la vitamina D?

Carenza vitamina D nei bambini: cura e sintomi

Dove si trova la vitamina D? Quali sono i cibi ricchi di questa importante vitamina? Gli alimenti più ricchi di vitamina D sono:

  • Pesce (olio di fegato di merluzzo, aringa, sgombro, trota, salmone affumicato, pesce spada, tonno sott’olio, ecc.)
  • Molluschi (in modo particolare le ostriche)
  • Caviale
  • Soia e i prodotti fortificati con la soia
  • Latte e derivati
  • Germe di grano
  • Uova (soprattutto il tuorlo)