Come fare il bagnetto al neonato

Come fare e quando fare il bagnetto al neonato: temperatura acqua, consigli, fare o non fare il bagnetto dopo mangiato?

bagnetto neonato

Il bagnetto è per i piccoli bambini un vero momento di piacere perché lo rilassa e perché lo fa divertire ricordandogli quando era nella pancia della mamma.
Ci sono però delle cose importanti da sapere per far sì che questo momento sia di vero benessere.

Quando fare il primo bagnetto

Il primo bagnetto può essere fatto da quando cade il cordone ombelicale e se il bambino viene allattato naturalmente possiamo farlo anche subito dopo mangiato in quanto il latte materno non crea indigestione.

Durante i giorni precedenti al bagnetto dovremo aver cura di lavare il neonato stando attenti a non bagnare il cordone ombelicale: se rimanesse umido i tempi per farlo cadere sarebbero molto più lunghi, quando invece con un po’ di attenzione e la giusta medicazione (che viene insegnata dalle ostetriche ai papà e alle mamme), il cordone cadrà dopo 10/15 giorni circa.

Come fare il bagnetto al neonato

bagnetto neonato vaschetta

Vediamo insieme le domande più frequenti su come fare il bagnetto al neonato e come affrontare questo straordinario momento della sua vita.

Per prima cosa dovremo riempire una vaschetta per un’altezza di circa 20 centrimetri: in questo modo il piccolo potrà essere immerso senza correre il rischio di affogare

Una volta riempita la vaschetta, dovremo far scivolare il bambino lentamente nell’acqua, bagnando prima i piedini e poi il resto del corpo in modo tale che si abitui lentamente all’acqua.

Quanto deve durare il bagnetto?

bagnetto bambini

Il bagnetto del neonato dovrà durare per non più di dieci / quindici minuti: in questo modo evitaremo che la pelle del piccolo si disidrati.
I neonati, rispetto a noi adulti, hanno tempi molto differenti.

A che temperatura fare il bagnetto?

termometro bagnetto

L’acqua deve essere di circa 37 gradi e per misurarla occorre comprare dei termometri specifici per il bagnetto: in alternativa immergete la punta del gomito, zona molto sensibile che vi darà la giusta sensazione sulla temperatura dell’acqua del bagnetto.

Una volta immerso il piccolo dovremo da prima bagnarli tutto il corpo e i capelli, per poi passare all’uso del bagnoschiuma e shampoo per bambini (quindi no lacrime)

Iniziate sempre dai capelli, siate molto delicati perché la loro testina è molto fragile: una volta insaponati i capelli passiamo al corpo.
In questo caso potremo massaggiare il neonato giocando con lui e facendogli godere ogni momento come un gioco.

Infine sciacquiamo testa e corpo del bambino per poi avvolgerlo in un morbido e grande asciugamano.