Come farsi ascoltare dai bambini a scuola e a casa

parlare con i bambini

Per alcuni anni ho avuto la fortuna di insegnare animazione teatrale ai bambini, un’esperienza bellissima, e per molti versi illuminante.
Farsi ascoltare non è stato facile e non nascondo che molto spesso le mie richieste venivano praticamente ignorate, fino a quando ho capito dove sbagliavo, la comunicazione con i bambini.

Bambini che parlano tanto

Ogni volta che entravo nella classe, una prima elementare, mi accoglieva un bel chiacchiericcio: oltre venti bambini incapaci di restare in silenzio (sono bambini e credo sia abbastanza normale).
Naturalmente, la prima cosa che facevo, dopo averli salutati, chiedevo di fare silenzio, ma di fronte a alla mia richiesta i bambini continuavano a parlottare tra di loro, fino a quando, estenuata, ordinavo loro di fare silenzio. A quel punto, apriti Sesamo, tutti finalmente mi davano retta.

Non mi è mai piaciuto impartire ordini, soprattutto ai bambini, mi è sempre sembrata una pratica coercitiva, tuttavia, secondo alcuni studi i bambini, soprattutto quando sono molto piccoli, non hanno le idee chiare riguardo alla differenza tra richiesta e ordine, questo perché serve del tempo per apprendere gli usi indiretti della lingua.

scuola bambini parlare

Come farsi ascoltare dai bambini

Come farsi ubbidire, allora, dai bambini? Il punto è che per comunicare con i nostri bambini non è necessario usare forme autoritarie, ma basta stabilire delle regole con autorevolezza.
Come? Un modo efficace per farsi ascoltare è quello del gioco. Ad esempio, si può stabilire con i bambini una breve conta, del tipo: al mio 3, tutti in silenzio o tutti a tavola, tutti a lavarsi le mani, tutti a letto, e così via.

Giochi per far fare silenzio ai bambini

fata del bosco

Un’altra tecnica efficace è inventare dei giochi magici, ad esempio:

“Ecco, le fatine del bosco che portano il silenzio, quando suoneranno le campanelle staremo tutti zitti, o andremo tutti a lavarci i denti!”

Ovviamente l’impatto con i bambini cambierà di volta in volta in funzione dei bambini che avrete davanti a voi: di certo, però, improntare una comunicazione sulla base del gioco, aiuterà loro e voi ad accettare meglio le regole aiutandovi nel parlare con i bambini.