Cosa non fare in caso di scottature del bambino

Le scottature nei bambini, purtroppo, sono frequenti.
Chiunque abbia a che fare con dei bambini dovrebbe saper cosa fare e non fare in una situazione di emergenza dovuta a scottature di qualunque tipo.
E’ bene ricordare delle semplici regole per non incorrere in errori nel primo soccorso del piccolo che aggraverebbero la situazione.
Non usare l’acqua in caso di scottature a fiamma viva del bambino se ci sono apparecchi elettrici accesi.
Usare teli con tessuto non infiammabile e quindi per esempio, mai di nylon.
Non applicare ghiaccio direttamente sulla zona lesa ma interporre un panno pulito o sterile e usare molta prudenza nel tamponare la zona per non creare altre lesioni.
Non bucare o asportare le bolle presenti, ciò produce dolore ed espone all’infezione.
Non applicare mai oli, unguenti, creme, pomate casalinghe, burro.
Non raffreddare più di 5 minuti una scottatura molto estesa per non creare una eccessiva ipotermia del bambino.
Non rimuovete i vestiti bruciati asciutti attaccati alla pelle ustionata.
Non applicare antisettici colorati perché essi possono impedire una precisa valutazione delle lesioni.
Se la scottature è limitata, una volta seguite le indicazioni per il primo soccorso e protette in modo adeguato le aree scottate, il bimbo può essere trasportato all’Ospedale con un mezzo privato, sempre che questo si trovi vicino al luogo dell’incidente.
Qualora, invece, la scottature risulti estesa, è sempre opportuno chiamare il 118 perchè il bambino deve essere portato in Ospedale con una ambulanza con personale qualificato a bordo per offrire la prima assistenza importantissima.

Ricordiamo come sempre che per maggiori informazioni è necessario contattare il 118 o il vostro pediatra

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter