I bambini nascono gia’ intelligenti

Mamma
  • Scrittore e Blogger

Con i nostri geni, i figli ereditano anche la predisposizione all’apprendimento.
Sembra infatti che la possibilità che hanno i nostri figli di avere ottimi voti a scuola sia geneticamente predefinita fin dalla nascita.
Secondo uno studio nuovissimo pubblicato sulla rivista PLOS One da ricercatori delle Università di Londra e di Albuquerque diretti da Claire Haworth, secchioni si nasce.
Come i bambini apprendono è infatti influenzato geneticamente e segue scadenze prefissate: salvo rare eccezioni, ciò che per esempio si impara a 12 anni non può essere appreso a 10 e viceversa.
In questa ricerca è stata seguita la carriera scolastica e lo sviluppo intellettivo di 4 mila gemelli dodicenni (Twins Early Development Study).
Osservati per due anni, confrontate pagelle, voti e rendimento, il risultato è stato chiaro: il bagaglio genetico determina come e quanto un ragazzo impari sui banchi.
Si è arrivati così alla teoria che la predisposizione genetica incide per ben il 50 %. Ma giocano comunque un ruolo molto importante anche altri due fattori variabili e mutabili che sono l’ambiente dove il bimbo cresce e si sviluppa e l’istruzione. Questi fattori sembrano incidere rispettivamente per il 12% e 38%.
Oltre a ciò emerge che il secchione non solo va bene a scuola ma vive di più.
Uno studio inglese su seimila bambini seguiti fino all’età adulta, pubblicato sul Journal of Epidemiology & Community Health, ha osservato che chi sta più sui libri è naturalmente portato a fare scelte di vita più sane e intelligenti.
Infatti all’età di 30 anni, per esempio, ben pochi fumano e molti hanno smesso, pochi sono obesi o in sovrappeso e ridotto risulta pure il numero degli ipertesi.
Studiare regala qualche anno in più di vita: 7 e mezzo agli uomini e sei e mezzo alle donne. Merito di uno stipendio migliore ma, anche, di scelte di vita più salutari. L
a conoscenza aiuta a curarsi meglio, anche la mente sana fa il corpo sano.