Le ustioni nei bambini

ustioni bambiniSi parla di ustione per indicare una lesione della pelle causata da qualcosa di molto caldo. Le ustioni sono una tra le cause più frequenti di ricovero per incidente grave in età pediatrica.
L’ustione e’ una patologia molto complessa che, quando e’ grave, coinvolge tutto l’organismo ponendo spesso in pericolo di vita il bambino.
Le ustioni sono lesioni traumatiche molto frequenti soprattutto nei primi quattro anni di età.

In Italia i dati statistici riportano che le ustioni nei bambini solo raramente sono estese al di sopra del 30% della superficie corporea, sono determinate soprattutto da liquidi bollenti che causano in prevalenza ustioni di 2° grado profondo e di rado sono provocate dalla fiamma che è invece responsabile di lesioni più profonde e, quindi, a prognosi peggiore.

Le ustioni si verificano soprattutto nei bambini più piccoli di sesso maschile, in casa e in particolare in cucina. 
Solitamente i bambini sono in presenza di adulti deputati al loro controllo e sorveglianza. Gli incidenti sono particolarmente concentrati nelle ore del pranzo e della cena e con una prevalenza dell’orario serale dalle 19 alle 21.
In Italia i bambini si ustionano di più con i liquidi bollenti come acqua, caffè, the, minestra, brodo, olio e con superfici surriscaldate o roventi come il ferro da stiro, il vetro del forno, pentole e molto meno frequantemente con la fiamma viva.
Le parti del corpo che più sono interessate dall’ustione sono gli arti superiori in genere, il torace e l’estremo cefalico. Questi dati epidemiologici sono in accordo con quanto riportato dalle statistiche degli ultimi dieci anni del Centro Ustioni Pediatrico dell’Ospedale Anna Meyer di Firenze.


Leggi anche: Barbara D’Urso incidente domestico: mano ustionata ma…