Peso giusto in gravidanza


post_87821_20120516113200

Prendere peso durante la gravidanza è fisiologico, ma l’ importante è tenere sotto controllo i chili di troppo, per la salute della mamma e del bambino.

Mettere su pochi chili equivale a concepire un figlio sottopeso, ed un bimbo che pesa meno di 2,5 kg spesso deve restare in ospedale per non essere esposto a problemi di salute.

Di contro, mettere su troppi chili, può influire negativamente sulla salute del bambino, oltre che diventare un problema per la mamma che deve smaltirli.

Il peso giusto in gravidanza

2012072320045668

Il peso giusto per una donna in attesa non è di certo un valore standard, ma dipende da diversi fattori (costituzione, altezza, massa grassa, etc), anche se possiamo dire che mediamente si dovrebbe aggirare intorno ai 10-12 kg.

In linea di massima, se la donna è normopeso l’aumento complessivo può oscillare tra gli 8 e i 12 chili.

Se, invece la donna agli inizi della gravidanza risulta sottopeso, è giusto che prenda qualche chilo in più, mentre chi parte già con parecchi chili di troppo dovrà fare più attenzione alla bilancia e, se necessario, farsi seguire da un dietologo che indichi una dieta appropriata.

Ma vediamo una tabella che ci mostra il peso giusto da tenere in gravidanza, settimana per settimana.

Screenshot 2013-08-04 at 11

Primo trimestre

In questi primi tre mesi l’aumento di peso è solitamente scarso. Addirittura in questo periodo la donna se soffre di nause e vomito può dimagrire.

Secondo trimestre

E’ il periodo in cui cresce il pancino e ci si rende conto per davvero di essere in attesa. In questo trimestre la futura mamma è pervasa da attacchi di fame o dalle famose “voglie”.

Ed è in questo periodo che bisogna stare attente a non esagerare. Gli esperti consigliano di frazionare i pasti (quattro o cinque piccoli pasti al giorno) e non abbuffarsi. E’ bene evitare cibi troppo grassi e dolci.

Al sesto mese non dovrebbero essere presi più di 6 kg (max 8 kg).

Terzo trimestre

In questo trimestre l’aumento di peso è solitamente di un chilo al mese. Così da arrivare verso la fine della gravidanza con un aumento totale di 9-12 kg.

Ovviamente il discorso cambia per chi sta affrontando una gravidanza gemellare, in cui il guadagno di peso consigliato è di 16-20,5 kg (750 g/settimana nel 2° e 3° trimestre).

Cosa determina l’aumento di peso in gravidanza

peso in gravidanza

L’aumento di peso in gravidanza è determinato non solo dal peso del feto, della placenta, del liquido amniotico e dell’utero, ma anche dalla ritenzione di liquidi e dalla deposizione di grassi nei tessuti, per la particolare situazione ormonale della gestazione.

Vediamo dettagliatamente la ripartizione dei chili in gravidanza:

Bambino: 3-4 kg.

Utero: 900 g

Placenta: 500g

Seno: 400g

Volume sanguigno: 1,5 kg

Riserve lipidiche: 2-3 kg

Ritenzione idrica: 2 kg

Aumento eccessivo o scarso peso in gravidanza

tiroide gravidanza

Talvolta può capitare che un aumento eccessivo o scarso di peso non dipende dall’alimentazione ma dalla futura mamma ma può essere causato da un malfunzionamento della tiroide.

La gravidanza è una condizione che può mettere a dura prova la tiroide e far venire allo scoperto un ipotiroidismo latente, che determina un aumento di peso, oppure un ipertiroidismo, che causa invece calo di peso.

Eventuali squilibri devono essere corretti con una terapia idonea che dovrà essere seguita per tutti i nove mesi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta